LARIS-Forum Addotti/Abduction-
Visite oniriche e non solo...una lunga storia - Versione stampabile

+- LARIS-Forum Addotti/Abduction- (http://www.abductionspazioaddotti.it/forum)
+-- Forum: abduction e interferenze aliene (/forumdisplay.php?fid=23)
+--- Forum: mi è successo che...strane esperienze personali (/forumdisplay.php?fid=7)
+--- Discussione: Visite oniriche e non solo...una lunga storia (/showthread.php?tid=3053)

Pagine: 1 2 3


Visite oniriche e non solo...una lunga storia - NikitaSpace - 26-05-2017 06:02 PM

[/size]
Buongiorno ragazzi, come anticipato nella presentazione vorrei condividere qui le mie esperienze che da troppo tempo mi tengo dentro. Non e facile mettere assieme i vari pezzi e ne ho fatto solo un sunto approssimativo (!). Mi interessa sapere cosa ne pensiate in genere, se vi e´ qualcosa da ricondurre alle abduction oppure se vi e´ qualcosa d´altro (ammesso che vi sia!). Come scritto a Fianna, apprezzo questo Forum per la serieta´ e la pacatezza. Allora..iniziamo...
1. SOGNO SPAZIALE Sin dalla primissima infanzia sono stata attratta morbosamente dal Cielo e dallo Spazio, appena ho avuto ovviamente consapevolezza di cosa fosse quest ultimo. Ho ancora vividi ricordi di me nel giardino di casa, mentre osservavo il cielo azzurro e le nuvole percependo quella netta (e piacevolissima) sensazione di sapere di provenire da li´…
Poi una notte feci il SOGNO; quello che ritengo ancora il piu bello della mia vita e ancora adesso pensarci mi dona calma e serenita. Non avro avuto piu di sei anni (ricordo dove abitavo per cui i calcoli ritengo siano giusti). Ero affacciata alla finestrella della mansarda e guardavo il cielo stellato. Ad un certo punto vedo qualcosa di brillante avvicinarsi da un punto del cielo. Quando si fa vicina noto che si tratta di un seggiolino fluttuante e distante solo un mezzo metro dal mio davanzale. Odo una voce femminile invitarmi a salire e a non avere paura. Ricordo la consapevolezza di dovere stare attenta perche salendo in piedi sul davanzale avrei dovuto allungarmi per non cadere nello spazio vuoto sottostante. Alla fine riesco a sedermi e non posso descrivere la gioia che ho provato in quel momento nel sentire la mia postazione partire velocemente puntando il cielo stellato (ancora adesso quando volo in aereo il momento che mi emoziona di piü e´ quello delláccelerazione prima del decollo). Mi ritrovo fuori dall atmosfera. Lo so perche vedo dall alto la superficie di un pianeta o della nostra stessa Luna, mentre pare che una voce reale o mentale mi spieghi le cose che vedo anche se non riesco a ricordare. Noto tuttavia un velivolo a terra e una serie di omini con tute spaziali indaffarati disposti in fila al suo fianco. Percepisco che si tratta di una “stazione di manutenzione”. Il termine mi e´rimasto impresso e non so davvero come, visto che esulava dal mio linguaggio di bambina. Vi posso solo dire che a distanza di tantissimi anni (oggi ne ho 40 ahime) leggendo un giorno proprio queste parole in un libro, mi sono bloccata come se mi avessero di colpo ricordato qualcosa connesso al sogno, di cui non ricordo altro dopo quella immagine. Le sensazioni tuttavia vi assicuro che non riesco a descriverle compiutamente a parole.
2. SOGNI DI CONTROLLO Lo Spazio con i suoi Corpi celesti mi attraeva tantissimo tanto da volere a tutti i costi diventare astronauta e da farmi regalare per Natale, a 8 anni, come unico regalo, un libro di Astronomia. Fin qui nulla di strano. Quando divenni piu grande, all´incirca 12 anni, ci fu un altro sogno strano e molto vivido. Ricordo che stavo giocando nel quartiere insieme ai miei soliti amici. Da un balcone un vicino, infuriato, ci spara dei colpi di fucile finche un colpo mi attinge alla testa (ora potrei dire nella zona tra l osso temporale e parietale destri). Ricordo che la mia fuga divenne “al rallentatore” mentre una voce robotica femminile, dentro la mia testa, scandiva queste esatte parole: “il soggetto numero (non ricordo) e´ stato colpito. Le sue funzioni vitali sono compromesse”. Insomma il sogno mi trasmise l ídea che qualcosa collegasse l umanita ad un computer centrale in grado di controllare tutto di noi, anche i nostri parametri vitali. Ricordo chiaramente che l única cosa che pensai nel sogno fu: “ma allora siamo tutti controllati!”. Ragazzi, era la fine degli anni ottanta e noi non avevamo l accesso a internet e alle varie teorie complottiste come al giorno d óggi. Io non sapevo nulla di tutto questo. La cosa strana e´ che al mio risveglio il dolore era reale, la testa in quel punto mi faceva male davvero e ricordo che continuo´ a farmi male per tutta la mattina seguente.
3. ELICOTTERI NERI In un altro sogno, nello stesso periodo, ero spaventata da elicotteri neri che sorvolavano il mio quartiere all áltezza delle finestre delle abitazioni.
4. PROGETTI In un altro sogno ancora ho visto límmagine di un progetto di un qualcosa di estremamente tecnico, un motore o non so cosa. Ricordo una voce che mi spiegava di cosa si trattasse e a me sembrava tutto chiaro. Al risveglio ho ricordato vagamente límmagine, ma ne´ i dettagli ne´ le spiegazioni datemi potevo piu´ rievocarli. Il sogno consisteva solo in quella immagine. Non era legato a nulla.
5. LEGAME CON UNA ENTITA´Fin da ragazza e sino a quando mi sposai non mi sentivo mai serena e libera quando incontravo i ragazzi o mi fidanzavo. Avevo l´ intima sensazione di fare del torto a qualcuno, scatenando la sua rabbia perche, a quel qualcuno, io appartenevo! Questa entita´ la percepivo di genere maschile, possente e non benevola a cui tuttavia ero indissolubilmente legata. A questa considerazione ci sono arrivata dopo anni di introspezione per capire il perche le mie relazioni in gioventu´ finissero sempre spesso di mia iniziativa come se fossi incapace di amare veramente. Aggiungo che sin da piccolissima un´altra entita´ cercava di impormi di fare in continuazione azioni ripetitive come posare un oggetto, toccarne un altro… solo per poco tempo l´ho assecondata (ero molto piccola) poi ricordo che mi ribellai e mi rifiutai di eseguire le sue pretese irrazionali. Da quel momento simili intrusioni non si verificarono mai piu! Sia chiaro che la mia salute mentale e´integra ed e´ stata verificata in plurimi test necessari per lo svolgimento della mia attuale professione. Sono oltretutto madre di due figli e non ho certo voglia di fingere e scherzare.
Gli anni passarono crebbi, studiai, mi sposai, ebbi due figli, divorziai (brutto capitolo questo) e pur non succedendo nulla di eclatante piccoli avvenimenti sincronici, valutati col senno di poi mi hanno fatto riflettere sul fatto che il percorso della mia vita sembri sia stato in molte occasioni pilotato da qualcuno. Queste sono sensazioni mie. Non potro´ mai dimostrare nulla di cio che affermo. Ho dimenticato di dire che in tutti questi anni la convinzione della esistenza di entita´ aliene non mi ha mai abbandonato.
6. ESSERI PICCOLI mio figlio piu´grande (otto anni allépoca dei fatti) si spavento´ molto a casa dei nonni (dove ho vissuto anchío per circa un anno) perche vide dal vetro smerigliato della porta della camera delle ombre di omini piccoli passare dinanzi alla camera e attraversare il corridoio. Non ha piu voluto entrare da solo nel corridoio. Una mia amica in visita nella mia precedente abitazione passo´ una notte di spavento perche vedeva da fuori la finestra della camera (la casa non aveva scuri e tapparelle e vi erano solo tende per oscurare) la sagoma di un essere con la testa grande e rotonda che emetteva suoni ogni qualvolta lei illuminava la stanza con il led del cellulare.
7. VISITE ROBOTICHE Circa due anni fa abitavo in unáltra abitazione vicino ad un bosco. La notte era buia perche l abitazione era davvero isolata circondata da un lato dal bosco appunto e dall áltro da un grande prato. A 500 metri si trovavano solo un paio di case e poi altro bosco. La camera da letto aveva la finestra che dava proprio sul lato della fitta vegetazione. Sopra di me abitava solo una coppia piuttosto tranquilla. Una mattina invernale, intorno alle cinque, vengo svegliata da un forte rumore metallico continuo proveniente dalla zona fuori dalla mia finestra. Il rumore non e´ stato improvviso sono anzi sicura che durasse gia´ da tempo e solo la sua persistenza mi ha svegliato. Mio figlio di cinque anni, il piccolo, che si trovava accanto a me nel letto era gia sveglio tanto che mi disse con voce tremante: “mamma, cos´e questo rumore?” e poi aggiunse: “ mamma, ho paura”. Io mi sforzai di capire, mi sedetti sul letto, il rumore era cosi forte che ero convinta che avesse svegliato anche láltro mio figlio, i vicini ed i miei genitori che, venuti in visita, dormivano in salotto. Il rumore ripeto era metallico e ritmico, come una saracinesca pesantissima che si alza a scatti ma con una certa melodia, oppure come il suono di un elaboratore elettronico che ripete sempre la stessa sequenza. Era decisamente meccanico e lo schema di ripetizione preciso tanto che non poteva essere uno stormo di uccelli per intenderci...insomma piu cercavo di concentrarmi a capire e piu questa cosa iniziava a scemare lentamente, come se si allontanasse verso l´alto. Il tutto sara´ durato 20 secondi dal mio risveglio anche se mio figlio l´ha sentito per piu tempo perche appunto si era svegliato prima di me. Ovviamente vi domanderete perche non ho aperto la finestra. Pensate questo, ti svegli stordita da un rumore stranissimo, tuo figlio ha paura e gli rimani accanto per rassicurarlo e poi ti concentri immobile e in silenzio per capire la fonte del rumore. Correre ad aprire scuri e finestre quando potrebbero essere malintenzionati non e´ il massimo in termini di sicurezza. La cosa strana e´che in quei pochi secondi piu il suono mi impressionava per la sua stranezza e irriconducibilita´ a nulla di conosciuto (lo ricordo benissimo e anche mio figlio riesce ancora a imitarlo con la voce) e piu svaniva. Capito che non poteva trattarsi di un rumore normale, il rumore e´scemato prima ancora che potessi balzare dal letto e correre a vedere. Sta di fatto che l ínquetudine che quella cosa mi ha provocato perdura ancora adesso soprattutto perche l abbiamo sentito in due e SOLO noi due e sentire il proprio figlio dirti che ha paura ti rende alquanto impotente. Cosa era? Cosa cercava? Dove e´ andato? Nessuno mi ha dato risposta.
In un áltra occasione, pomeriggio a letto, ero a riposo e sempre dagli scuri chiusi sento una voce robotica, poche sillabe, poi nulla. Ho controllato fuori e non vi era nulla se non il solito bosco.
8. TAVOLO OPERATORIO Nello stesso periodo ero a letto con una forte cervicalgia e con essa mi addormento. Era notte. Sogno di ritrovarmi legata ad un tavolo rotante di ferro. Ruotava con una tale inclinazione tanto da farmi temere di scivolare giu. Sotto il tavolo avverto un calore fortissimo come se vi fosse della lava. Qualcuno accanto al tavolo mi infila a lato del collo, lato destro, un lungo ago e percepisco parole come “liquido di contrasto”...vi assicuro che al mio risveglio la cervicalgia, chi la conosce sa che puo durare giorni interi, era sparita.
9. SEGNI FISICI. Non ho cicatrici strane. Ho una pallina nel lembo di pelle che collega il padiglione auricolare destro e la testa (processo mastoideo). E´ ben nascosta e la si puo percepire solo toccando con insistenza. In quell orecchio avverto talvolta acufeni. Il mio udito tuttavia e´ ottimo. In un certo periodo ho iniziato a perdere sangue da una sola narice (la destra guarda caso). Sull ávambraccio destro ho tre nei allineati che spudoratamente ricordano la cintura di Orione. Stessi nei, sul braccio opposto, li ha mio figlio (l áltro figlio) . Ma saranno solo coincidenze. Puo non avere alcuna connessione, ma tutti i miei malesseri fisici, sia concernenti organi interni che articolazioni ricadono sempre sul lato destro del mio corpo. Ho un comunissimo e noiosissimo sangue A positivo. Ho un antiestetico taglio profondo naturale che mi divide la lingua in due parti (in senso figurato, non ce l´ho biforcuta...per ora!) Ah...talvolta mando in tilt, se mi agito, gli strumenti elettronici...
10. PARTICOLARITA´ E FAMILIARI Ho un profondo interesse verso la ricerca della verita in genere e verso la presa di consapevolezza interiore. Sono attratta verso le forme di medicina alternativa e sono vegetariana. A volte piango perche mi sento stanca di camminare su questo pianeta. Mi sento in trappola, ma forse questa cosa e´ comune a molti. Non posso assoltamente dormire se la porta e/o la finestra restano aperte. Devo chiudere tutto e fino a poco tempo fa anche a chiave. Il mio incubo peggiore e ricorrente e´ chiudere a chiave porte che poi ritrovo inspiegabilmente aperte.
Nella cerchia di familiari non vi era nessuno che condividesse con me simili idee o passioni. Semplicemente non erano interessati. La sensazione di essere un pesce fuori dall acqua, anche nella mia stessa famiglia, perdura ancora oggi. Solo un paio di anni fa ho riallacciato i rapporti con una zia che non vedevo dall infanzia e che si e´ rivelata non solo molto simile a me, ma anche molto speciale. Ho scoperto cose meravigliose su di lei. Mi ha raccontato situazioni incredibili in cui si e´ ritrovata come la visita davanti al suo letto di esseri non umani, di cui un presunto rettiliano con un cappuccio in testa e un ominide dal volto piu simile agli umani. Lei ovviamente era immobilizzata e ricorda che le trasmisero un pensiero come : “voi umani siete indegni”. Ha avvistato, non da sola ma anche con altro testimoni, velivoli di sospetta origine extraterrestre (uno visto anche dalla mi anziana nonna che non si interessava affatto a tutto cio) che sorvolavano il cielo tra il mare e la loro abitazione in Liguria (dove molti opescatori negli anni hanno visto uscire velivoli dalle acque marine tanto che una volta sola hanno presentato denuncia ai carabinieri e poi hanno desistito per timore di perdere la licenza e cio avverrebbe nellárea di mare di fronte a Sestri Levante) e tanti altri episodi come il risvegliarsi col pigiama al contrario. Ora mia zia non c e piu purtroppo,[/size] ma l éredita´intellettuale che mi ha lasciato e´ enorme.

Vi ho annoiato con tutto questo, anche con episodi forse banali, perche vorrei darvi un quadro quanto piu completo delle mie esperienze e magari trovare qualcuno che possa averne avute di simili senza elencarvi altri episodi che sembrano piu connessi con fenomeni Poltergeist. Voi cosa ne pensate? Grazie per la pazienza! (P.S. come gia detto sto usando una tastiera QWERT con cui scrivere in italiano e´ faticoso uff).[size=medium]


RE: Visite oniriche e non solo...una lunga storia - NikitaSpace - 26-05-2017 06:04 PM

Dio mio e´ uscito un testo con caratteri enormi!!!! Scusatemi ma sto facendo pasticci non volevo essere invadente! Sad


RE: Visite oniriche e non solo...una lunga storia - LUXOR - 26-05-2017 06:50 PM

Non preoccuparti, ho fatto meno fatica a leggere..Big Grin ... beh che dire, diversi episodi, tante esperienze e sensazioni che potrebbero indubbiamente ricondursi a fenomeni di interferenza aliena.
Questo tipo di fenomeno è stato oggetto di studio da anni, e come tale si è cercato di elaborare documenti che su base statistica delle testimonianze di addotti (soprattutto mediante ipnosi regressiva ) , racchiudessero quesiti , la cui risposta affermativa o no..dava l'idea della probabilità di trovarsi in una situazione di abduction o comunque di parassitaggio da parte di entità aliene.
Con i consigli di Fianna , puoi ricevere il documento chiamato TAV (test di autovalutazione) , da compilare se vuoi, per avere conferma di quelle che oggi possono sembrare solo sensazioni.
Certo , gli elementi che emergono dalla tua testimonianza sono effettivamente tanti e tali da supporre per un esito positivo del test, ma è sempre meglio procedere con i protocolli previsti da chi ha impegnato tutta la sua vita nelle ricerche in questo campo.
In ogni caso, qui trovi il giusto supporto , e la solidarietà coscienziale da parte di tutti.


RE: Visite oniriche e non solo...una lunga storia - NikitaSpace - 26-05-2017 07:15 PM

Grazie Luxor per la risposta. Ovviamente concordo con te sul fatto che occorra anche una valutazione oggettiva per poter dare una risposta che certamente non mi aspetto dalla mera elencazione di tutti questi fatti/sogni/sensazioni. Ho compilato il TAV e un 29 risposte escono positive. Sulla base di cosa si puo valutare la positivita o meno del risultato? Io personalmente non penso di essere stata addotta, credo tuttavia che qualcosa si sia attaccato alla mia esistenza, non saprei in quali altri termini definirlo. Ci sono tanti altri fenomeni non proprio normali che non ho citato...diciamo che fra le tante cose descritte quella piu impressionante e´ stata quella vissuta con mio figlio dal vivo e non in sogno. Ripeto, per professione devo essere molto concreta e razionale e soprattutto avere i nervi saldi per poter valutare al meglio le varie situazioni anche di pericolo. Quel rumore non era affatto normale e le domande sul cosa potrebbe essere stato e soprattutto cosa stavano facendo proprio li mi assillano ancora adesso. Stasera se riesco faro´ la tctdf da un link che ho trovato qui e vi faro´ sapere i risultati. Non ho letto nulla su di essa per evitare di farmi influenzare. A presto.


RE: Visite oniriche e non solo...una lunga storia - Fianna - 26-05-2017 10:51 PM

1. SOGNO SPAZIALE Sin dalla primissima infanzia sono stata attratta morbosamente dal Cielo e dallo Spazio, appena ho avuto ovviamente consapevolezza di cosa fosse quest ultimo. Ho ancora vividi ricordi di me nel giardino di casa, mentre osservavo il cielo azzurro e le nuvole percependo quella netta (e piacevolissima) sensazione di sapere di provenire da li´…
***************************************
Caratteristico degli addotti ma non esclusivo di loro.

Poi una notte feci il SOGNO; quello che ritengo ancora il piu bello della mia vita e ancora adesso pensarci mi dona calma e serenita. Non avro avuto piu di sei anni (ricordo dove abitavo per cui i calcoli ritengo siano giusti). Ero affacciata alla finestrella della mansarda e guardavo il cielo stellato. Ad un certo punto vedo qualcosa di brillante avvicinarsi da un punto del cielo. Quando si fa vicina noto che si tratta di un seggiolino fluttuante e distante solo un mezzo metro dal mio davanzale. Odo una voce femminile invitarmi a salire e a non avere paura. Ricordo la consapevolezza di dovere stare attenta perche salendo in piedi sul davanzale avrei dovuto allungarmi per non cadere nello spazio vuoto sottostante. Alla fine riesco a sedermi e non posso descrivere la gioia che ho provato in quel momento nel sentire la mia postazione partire velocemente puntando il cielo stellato (ancora adesso quando volo in aereo il momento che mi emoziona di piü e´ quello delláccelerazione prima del decollo). Mi ritrovo fuori dall atmosfera. Lo so perche vedo dall alto la superficie di un pianeta o della nostra stessa Luna, mentre pare che una voce reale o mentale mi spieghi le cose che vedo anche se non riesco a ricordare. Noto tuttavia un velivolo a terra e una serie di omini con tute spaziali indaffarati disposti in fila al suo fianco. Percepisco che si tratta di una “stazione di manutenzione”. Il termine mi e´rimasto impresso e non so davvero come, visto che esulava dal mio linguaggio di bambina. Vi posso solo dire che a distanza di tantissimi anni (oggi ne ho 40 ahime) leggendo un giorno proprio queste parole in un libro, mi sono bloccata come se mi avessero di colpo ricordato qualcosa connesso al sogno, di cui non ricordo altro dopo quella immagine. Le sensazioni tuttavia vi assicuro che non riesco a descriverle compiutamente a parole.
************************************
Mooolto sospetto come sogno... E' un sogno da addotto.


2. SOGNI DI CONTROLLO Lo Spazio con i suoi Corpi celesti mi attraeva tantissimo tanto da volere a tutti i costi diventare astronauta e da farmi regalare per Natale, a 8 anni, come unico regalo, un libro di Astronomia. Fin qui nulla di strano.
**************************************
Frequente negli addotti...

Quando divenni piu grande, all´incirca 12 anni, ci fu un altro sogno strano e molto vivido. Ricordo che stavo giocando nel quartiere insieme ai miei soliti amici. Da un balcone un vicino, infuriato, ci spara dei colpi di fucile finche un colpo mi attinge alla testa (ora potrei dire nella zona tra l osso temporale e parietale destri). Ricordo che la mia fuga divenne “al rallentatore” mentre una voce robotica femminile, dentro la mia testa, scandiva queste esatte parole: “il soggetto numero (non ricordo) e´ stato colpito. Le sue funzioni vitali sono compromesse”. Insomma il sogno mi trasmise l ídea che qualcosa collegasse l umanita ad un computer centrale in grado di controllare tutto di noi, anche i nostri parametri vitali. Ricordo chiaramente che l única cosa che pensai nel sogno fu: “ma allora siamo tutti controllati!”. Ragazzi, era la fine degli anni ottanta e noi non avevamo l accesso a internet e alle varie teorie complottiste come al giorno d óggi. Io non sapevo nulla di tutto questo. La cosa strana e´ che al mio risveglio il dolore era reale, la testa in quel punto mi faceva male davvero e ricordo che continuo´ a farmi male per tutta la mattina seguente.
*******************************
Malosegno.... anche questo sogno da addotto, se poi era un sogno...


3. ELICOTTERI NERI In un altro sogno, nello stesso periodo, ero spaventata da elicotteri neri che sorvolavano il mio quartiere all áltezza delle finestre delle abitazioni.
******************
Ah quelli sono un classico ... Molti addotti hanno visto questi elicotteri neri sopra casa. In genere nemmeno fanno rumore. O alle volte fanno rumore ma non li vedi...

4. PROGETTI In un altro sogno ancora ho visto límmagine di un progetto di un qualcosa di estremamente tecnico, un motore o non so cosa. Ricordo una voce che mi spiegava di cosa si trattasse e a me sembrava tutto chiaro. Al risveglio ho ricordato vagamente límmagine, ma ne´ i dettagli ne´ le spiegazioni datemi potevo piu´ rievocarli. Il sogno consisteva solo in quella immagine. Non era legato a nulla.
*************************
Sospetto si'...

5. LEGAME CON UNA ENTITA´Fin da ragazza e sino a quando mi sposai non mi sentivo mai serena e libera quando incontravo i ragazzi o mi fidanzavo. Avevo l´ intima sensazione di fare del torto a qualcuno, scatenando la sua rabbia perche, a quel qualcuno, io appartenevo!
******************************
Caratteristico degli addotti...

Questa entita´ la percepivo di genere maschile, possente e non benevola a cui tuttavia ero indissolubilmente legata. A questa considerazione ci sono arrivata dopo anni di introspezione per capire il perche le mie relazioni in gioventu´ finissero sempre spesso di mia iniziativa come se fossi incapace di amare veramente. Aggiungo che sin da piccolissima un´altra entita´ cercava di impormi di fare in continuazione azioni ripetitive come posare un oggetto, toccarne un altro…
********************************
Beh se dici che un'altra entita' cercava di importi di fare cose... La potremmo chiudere qui la discussione. Se non eri addotta non cel'avevi l'entita' dietro...

solo per poco tempo l´ho assecondata (ero molto piccola) poi ricordo che mi ribellai e mi rifiutai di eseguire le sue pretese irrazionali. Da quel momento simili intrusioni non si verificarono mai piu! Sia chiaro che la mia salute mentale e´integra ed e´ stata verificata in plurimi test necessari per lo svolgimento della mia attuale professione. Sono oltretutto madre di due figli e non ho certo voglia di fingere e scherzare.
***************************
Gli addotti ai test psicologici risultano infatti sani di mente. Il profilo psicologico che viene fuori è di una persona che vive tenendo la guardia piu' alta degli altri, spesso si riscontra sindrome post traumatica, ma mai problemi psicologici seri con allucinazioni, deliri, autolesionismi... E' stato fatto molte volte questo test: dando da valutare a uno psicologo o psichiatra un addotto senza dirgli che il soggetto si ritiene rapito dagli alieni, gli si chiede di valutarlo psicologicamente: finisce sempre che il dottore dopo i test psicodiagnostici ci valuta normali.

Gli anni passarono crebbi, studiai, mi sposai, ebbi due figli, divorziai (brutto capitolo questo) e pur non succedendo nulla di eclatante piccoli avvenimenti sincronici, valutati col senno di poi mi hanno fatto riflettere sul fatto che il percorso della mia vita sembri sia stato in molte occasioni pilotato da qualcuno.
***********************
Questa cel'hanno tutti gli addotti. Perchè a livello inconscio lo sai che è la verita'...

Queste sono sensazioni mie. Non potro´ mai dimostrare nulla di cio che affermo. Ho dimenticato di dire che in tutti questi anni la convinzione della esistenza di entita´ aliene non mi ha mai abbandonato.
******************
E chissa' come mai cel'hai... Big Grin

6. ESSERI PICCOLI mio figlio piu´grande (otto anni allépoca dei fatti) si spavento´ molto a casa dei nonni (dove ho vissuto anchío per circa un anno) perche vide dal vetro smerigliato della porta della camera delle ombre di omini piccoli passare dinanzi alla camera e attraversare il corridoio. Non ha piu voluto entrare da solo nel corridoio. Una mia amica in visita nella mia precedente abitazione passo´ una notte di spavento perche vedeva da fuori la finestra della camera (la casa non aveva scuri e tapparelle e vi erano solo tende per oscurare) la sagoma di un essere con la testa grande e rotonda che emetteva suoni ogni qualvolta lei illuminava la stanza con il led del cellulare.
********************************
Se sei addotta tu lo sono i figli...e probabilmente gli amici che hai. Li tengono in gruppo gli addotti: è piu' facile controllarli e si risparmia anche carburante quando si rapiscono se se ne prende 2 insieme...

7. VISITE ROBOTICHE Circa due anni fa abitavo in unáltra abitazione vicino ad un bosco. La notte era buia perche l abitazione era davvero isolata circondata da un lato dal bosco appunto e dall áltro da un grande prato. A 500 metri si trovavano solo un paio di case e poi altro bosco. La camera da letto aveva la finestra che dava proprio sul lato della fitta vegetazione. Sopra di me abitava solo una coppia piuttosto tranquilla. Una mattina invernale, intorno alle cinque, vengo svegliata da un forte rumore metallico continuo proveniente dalla zona fuori dalla mia finestra. Il rumore non e´ stato improvviso sono anzi sicura che durasse gia´ da tempo e solo la sua persistenza mi ha svegliato. Mio figlio di cinque anni, il piccolo, che si trovava accanto a me nel letto era gia sveglio tanto che mi disse con voce tremante: “mamma, cos´e questo rumore?” e poi aggiunse: “ mamma, ho paura”. Io mi sforzai di capire, mi sedetti sul letto, il rumore era cosi forte che ero convinta che avesse svegliato anche láltro mio figlio, i vicini ed i miei genitori che, venuti in visita, dormivano in salotto. Il rumore ripeto era metallico e ritmico, come una saracinesca pesantissima che si alza a scatti ma con una certa melodia, oppure come il suono di un elaboratore elettronico che ripete sempre la stessa sequenza. Era decisamente meccanico e lo schema di ripetizione preciso tanto che non poteva essere uno stormo di uccelli per intenderci...insomma piu cercavo di concentrarmi a capire e piu questa cosa iniziava a scemare lentamente, come se si allontanasse verso l´alto. Il tutto sara´ durato 20 secondi dal mio risveglio anche se mio figlio l´ha sentito per piu tempo perche appunto si era svegliato prima di me.
*****************************
Detta così pare la fine di una adduzione, e il prima non lo ricordate.

Ovviamente vi domanderete perche non ho aperto la finestra. Pensate questo, ti svegli stordita da un rumore stranissimo,
************************
eh si "stordita" mi suona proprio male...

tuo figlio ha paura e gli rimani accanto per rassicurarlo e poi ti concentri immobile e in silenzio per capire la fonte del rumore. Correre ad aprire scuri e finestre quando potrebbero essere malintenzionati non e´ il massimo in termini di sicurezza. La cosa strana e´che in quei pochi secondi piu il suono mi impressionava per la sua stranezza e irriconducibilita´ a nulla di conosciuto (lo ricordo benissimo e anche mio figlio riesce ancora a imitarlo con la voce) e piu svaniva. Capito che non poteva trattarsi di un rumore normale, il rumore e´scemato prima ancora che potessi balzare dal letto e correre a vedere. Sta di fatto che l ínquetudine che quella cosa mi ha provocato perdura ancora adesso soprattutto perche l abbiamo sentito in due e SOLO noi due e sentire il proprio figlio dirti che ha paura ti rende alquanto impotente. Cosa era? Cosa cercava? Dove e´ andato? Nessuno mi ha dato risposta.
*********************************
Cel'hai tu la risposta. Non ci si terrorizza tanto per un rumore se non è successo altro. Ci sono anche le tecniche per capire che è successo prima...


In un áltra occasione, pomeriggio a letto, ero a riposo e sempre dagli scuri chiusi sento una voce robotica, poche sillabe, poi nulla. Ho controllato fuori e non vi era nulla se non il solito bosco.
**************************
Sono scemi questi alieni. Chiaro che se ti fai sentire l'addotto se ne accorge che ci sei...

8. TAVOLO OPERATORIO Nello stesso periodo ero a letto con una forte cervicalgia e con essa mi addormento. Era notte. Sogno di ritrovarmi legata ad un tavolo rotante di ferro. Ruotava con una tale inclinazione tanto da farmi temere di scivolare giu. Sotto il tavolo avverto un calore fortissimo come se vi fosse della lava. Qualcuno accanto al tavolo mi infila a lato del collo, lato destro, un lungo ago e percepisco parole come “liquido di contrasto”...vi assicuro che al mio risveglio la cervicalgia, chi la conosce sa che puo durare giorni interi, era sparita.
***************************
Sì, ogni tanto qualcosa di buono lo fanno... Per assicurarsi che la mucca da mungere continui a vivere. Sui doloretti intervengono di raro ma l'ho già sentita.

9. SEGNI FISICI. Non ho cicatrici strane. Ho una pallina nel lembo di pelle che collega il padiglione auricolare destro e la testa (processo mastoideo). E´ ben nascosta e la si puo percepire solo toccando con insistenza. In quell orecchio avverto talvolta acufeni. Il mio udito tuttavia e´ ottimo. In un certo periodo ho iniziato a perdere sangue da una sola narice (la destra guarda caso). Sull ávambraccio destro ho tre nei allineati che spudoratamente ricordano la cintura di Orione. Stessi nei, sul braccio opposto, li ha mio figlio (l áltro figlio) . Ma saranno solo coincidenze. Puo non avere alcuna connessione, ma tutti i miei malesseri fisici, sia concernenti organi interni che articolazioni ricadono sempre sul lato destro del mio corpo. Ho un comunissimo e noiosissimo sangue A positivo.
**********************
Non vuol dir nulla, gli addotti sono di ogni gruppo sanguigno, anche se se ne trovano molti 0- o 0+. Ti assicuro che quello non è discriminante.

Ho un antiestetico taglio profondo naturale che mi divide la lingua in due parti (in senso figurato, non ce l´ho biforcuta...per ora!) Ah...talvolta mando in tilt, se mi agito, gli strumenti elettronici...
*******************
Quelli sono o gli impianti o anima che si diverte. E' comune negli addotti comunque.

10. PARTICOLARITA´ E FAMILIARI Ho un profondo interesse verso la ricerca della verita in genere e verso la presa di consapevolezza interiore. Sono attratta verso le forme di medicina alternativa e sono vegetariana. A volte piango perche mi sento stanca di camminare su questo pianeta. Mi sento in trappola, ma forse questa cosa e´ comune a molti.
********************
A molti addotti anche..

Non posso assoltamente dormire se la porta e/o la finestra restano aperte. Devo chiudere tutto e fino a poco tempo fa anche a chiave.
****************************
Caratteristico, si fa per cercare di sbarrare la strada a qualcuno che arriva. E per la paura di vedere volti spuntare da porte aperte.

Il mio incubo peggiore e ricorrente e´ chiudere a chiave porte che poi ritrovo inspiegabilmente aperte.
***************************
Perchè ti sarà successo.


Nella cerchia di familiari non vi era nessuno che condividesse con me simili idee o passioni. Semplicemente non erano interessati. La sensazione di essere un pesce fuori dall acqua, anche nella mia stessa famiglia, perdura ancora oggi. Solo un paio di anni fa ho riallacciato i rapporti con una zia che non vedevo dall infanzia e che si e´ rivelata non solo molto simile a me, ma anche molto speciale. Ho scoperto cose meravigliose su di lei. Mi ha raccontato situazioni incredibili in cui si e´ ritrovata come la visita davanti al suo letto di esseri non umani,
***********************
Se sei addotta tu lo è tutta la famiglia.

di cui un presunto rettiliano con un cappuccio in testa e un ominide dal volto piu simile agli umani. Lei ovviamente era immobilizzata e ricorda che le trasmisero un pensiero come : “voi umani siete indegni”. Ha avvistato, non da sola ma anche con altro testimoni, velivoli di sospetta origine extraterrestre (uno visto anche dalla mi anziana nonna che non si interessava affatto a tutto cio) che sorvolavano il cielo tra il mare e la loro abitazione in Liguria (dove molti opescatori negli anni hanno visto uscire velivoli dalle acque marine tanto che una volta sola hanno presentato denuncia ai carabinieri e poi hanno desistito per timore di perdere la licenza e cio avverrebbe nellárea di mare di fronte a Sestri Levante) e tanti altri episodi come il risvegliarsi col pigiama al contrario. Ora mia zia non c e piu purtroppo,[/size] ma l éredita´intellettuale che mi ha lasciato e´ enorme.
*****************************************
Che ne dici di liberarti??? Smile


RE: Visite oniriche e non solo...una lunga storia - Fianna - 26-05-2017 11:18 PM

Scusa aggiungo: sola puoi fare la tct statica, cioe'vedere il colore della triade ( c'e'un video che ti aiuta a farla con la voce del Prof, ma ora sono col cellulare e non posso darti il link.Domattina se nessuno fa prima...).Ma per fare la flash devi leggere prima dei testi.Non lo dico io, lo dice Malanga nel documento della tct flash...Perche'per operare su te stessa servono almeno competenze di base per capire che ti sta succedendo.


RE: Visite oniriche e non solo...una lunga storia - NikitaSpace - 26-05-2017 11:48 PM

Cara Fianna grazie per le risposte brevi e concise che hanno accompagnato ogni passaggio. Non so che dire. E io che sto sempre col naso puntato al cielo per beccare un disco volante e, non vedendolo, sconfortata, convinta di non interessargli, me ne torno a letto come ogni sera...quando hai scritto la frase: "per la paura di vedere volti spuntare da porte aperte" mi si e´ gelato il sangue. Hai toccato qualcosa. Non avevo mai pensato inoltre che quella del rumore metallico fosse la fine e non línizio di un qualcosa. Infatti, credimi, la sensazione era come se il rumore fosse si´fisico, perche lo sentivo con le orecchie e lo sentiva anche mio figlio,ma che in un certo senso fosse su un piano di consapevolezza diverso...insomma piu ne prendevo consapevolezza e piu lui svaniva lasciando un silenzio cosi´irreale che non dimentichero´ mai...la casa era tranquilla, ero abituata ai silenzi essendo isolata, ma quel silenzio dopo quel frastuono era stranissimo.
Come se non bastasse, ho il filmato fatto col cellulare di una macchinina telecomandata, il cui telecomando era privo di batterie, che si muoveva da sola in avanti e indietro ruotando in ambo le direzioni le ruote. Se avesse intercettato una frequenza avrebbe fatto un solo movimento poiche per muovere le ruote a destra e sinistra avrebbe avuto bisogno di variazioni dalla frequenza principale.Ho chiesto a due persone che ne capiscono e nessuno dei due mi ha saputo dare spiegazioni. In un altro sogno fatto nel pomeriggio, nella casa attuale, dopo che ero crollata per la stanchezza e dopo che diversi forti ronzii alle orecchie tentavano di svegliarmi ripetutamente, vidi límmagine della Terra. Attorno ad essa quattro figure enormi con vesti lunghe, ricordo le pieghe del vestito di una di esse.Sembravano quattro colonne possenti a protezione della Terra. Su due di esse lo sguardo si avvicina e noto cosa hanno in grembo: una ha un groviglio trasparente e mi viene detto telepaticamente che si tratta dellátmosfera terrestre; láltra figura ha in grembo una massa dácqua, ricordo di poter distinguere i particolari vivissimi delle onde come quando si guarda il mare dalláereo. Telepaticamente mi viene fatto capire che si trattava dei Custodi della Terra, i quali potevano decidere fino a quando noi umani saremmo stati degni di godere delle acque e dellßatmosfera e che loro avevano il potere di togliercele...in quel momento vidi límmagine di un pianeta arso e poi mi svegliai. Sogno oppure no, ora mi addormento pensando a quelle figure che amo considerare Spiriti sacri.
Cosa puo succedere se non volessi liberarmi? Al momento non sto vivendo alcuna sofferenza causata da questi episodi forse perche peggiori sofferenze ho patito a causa degli umani. Vorrei anzi poter stabilire un contatto piu chiaro con loro. Vorrei poterli vedere o per lo meno che si manifestino in modo piu chiaro. Possibile che siano tutti negativi? Vi dico solo che ho sofferto molto per la morte di mia zia. Tuttavia solo a seguito della sua morte io sono entrata in possesso dei suoi innumerevoli libri che mi stanno permettendo di iniziare il mio vero percorso verso la ricerca del senso della mia vita. E forse non e´nemmeno un caso che sono qui e che ho "incontrato" voi. Mi ispirate fiducia e sono pronta a seguire i vostri consigli. Non ho inventato nulla. Non assumo sostanze di alcun tipo, sono astemia e non fumo e non potrei mai mentire su fatti che coinvolgono anche i miei familiari. La precisazione e´ doverosa e mai inutile.
Grazie ancora di tutto.


RE: Visite oniriche e non solo...una lunga storia - fenice - 26-05-2017 11:53 PM

ciao,

te lo metto io il link del tct statico spiegato dal prof.

https://www.youtube.com/watch?v=O-BJUz0UPvA

sito del prof dove trovare molto materiale https://coma.opide.net/

link che rimanda a pagine del forum dove parla di tav e tct

http://www.abductionspazioaddotti.it/forum/showthread.php?tid=1418

spero di esserti stata di aiuto Smile


RE: Visite oniriche e non solo...una lunga storia - Fianna - 27-05-2017 12:36 AM

Ti spiego tutto domattina che ora crollo un po'di sonno e il quadro e'complesso...Ci studiano dagli anno 60... Che stanno facendo lo sappiamo. Conosciamo gli schemi ricorrenti... E non c'e'bisogno di convincere nessuno: essendo addotta lo sai a livello inconscio che fanno.I ricordi te li rendono inaccessibili consciamente ma li hai tutti, tant'e'che con ipnosi o altre tecniche verrebbero fuori.Vedrai se ti risuonano le cose che ti dico.. Ora scusa non ce la faccio Smile a domani!


RE: Visite oniriche e non solo...una lunga storia - Fianna - 27-05-2017 10:37 AM

Al momento non stai patento nulla? Sei su un forum a chiedere aiuto e parli di cose che ti hanno terrorizzata... Forum per addotti che si vogliono liberare. Sai perchè succede? Perchè coscienza tua ha capito che c'è dietro e ne vuole uscire ma i parassiti che hai addosso dicono di no. E' una situazione ambivalente classica.
Gli alieni certo che ti dicono che proteggono la Terra, e che devono dirti?! Se ti dicono che ti stanno facendo li mandi via, per quello ti bloccano l'accesso ai ricordi e portano avanti un piano che li rende noti solo quando sbagliano. Non si nasconde chi ti fa bene ma chi sa che se sapessi che ti stan facendo li manderesti a quel paese.
La tua adduzione inizia prima di te, se sei addotto sei figli di addotti, e nasci perchè l'hanno deciso loro facendoti concepire con soggetti con un dna buono per loro. Buono a cosa? A riprodurgli ibridi, a contenere anima che loro cercheranno di usare e prendere, a vedere se puoi risolvergli qualche bega facendoti usare in pratica. Non gli importa nulla di farti del male, gli importa solo che non te ne rendi conto e gli rimani... E se la stanno passando male perchè ora gli si stanno liberando in massa. Sei stata operata molte volte, hai impianti come tutti gli addotti, la pallina e i fischi sono l'impianto auricolare, le perdite di sangue dal naso sono perchè ti hanno sfondato lo sfenoide per infilarti un cip nel cervello alla pineale per controllarti. Direi che gli umani cose cosi' gravi non tel'hanno fatte.. Se non altro te le hanno fatte ricordare almeno. Sei controllata in larga parte da loro, cosa fare e non fare, cosa ricordare... finchè non riescono nel loro intento, ma stanno perdendo quindi anima non se la prendono...
Ti è mai capitato di dire a qualcuno cose che nemmeno tu sai come mai gliele dici? Sono loro che vogliono..
Comunque, la questione della porta chiusa: pensa che c'è chi ci mette direttamente dietro una sedia o qualcosa per tenerla chiusa... Ovvio che a livello inconscio lo sai che ti fanno del male se cerchi di sbarrargli la strada...
Se resti addotta continui questa situazione. Ma puo' succedere di peggio, in qualche caso l'addotto l'hanno proprio ucciso per sbaglio. Ogni tanto sbagliano, non sono infallibili.
Vedi tu che fare, io ti ho detto che esce da studi di decenni su migliaia di soggetti, che poi è che leggerai meglio nei testi che ti servono per fare la tct flash.

Per liberarti:
La tct flash chiede che si leggano prima dei testi, li elenca direttamente Malanga nel documento della tct flash.
Sulle abduction e sul panorama generale in cui ci troviamo:
Alien Cicatrix" (simbad),"Alien Cicatrix II","Alla Ricerca di Anima"
"Genesi" vol.I, vol.II, vol.III

Sulle tecniche di liberazione:
"Simulazioni Mentali",
"L'ultimo passo per liberarci dagli alieni" (LGO),"FMS" (il TCT statico),
"interpretazione approfondita del tct completa"(TCT Dinamico),"TCT Dinamico Flash"

Tutti dal primo all'ultimo scaricabili gratis qui: https://coma.opide.net/articoli/
Se non trovi qualcosa dicci che te lo cerchiamo noi.
Non necessita che tu li sappia benissimo, ma che almeno tu abbia capito che succede per liberarti si'.
Il documento della tct flash che puoi leggere anche subito è qui nel primo post.
http://www.abductionspazioaddotti.it/forum/showthread.php?tid=1677

Vedi te che fare, noi ti abbiamo risposto, valuta te che ci "senti", e per una mano ci siamo sempre....
In bocca al lupo Smile