Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
"Genesi 2 gli dei della valle dell'Indo"di C. Malanga,alieni descritti 12000 an ni fa
11-08-2011, 11:31 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 27-11-2013 09:36 PM da Fianna.)
Messaggio: #1
"Genesi 2 gli dei della valle dell'Indo"di C. Malanga,alieni descritti 12000 an ni fa
Scaricabile gratuitamente a questo indirizzo:
http://www.corradomalanga.vacau.com/inde...mitstart=0


E' il seguito di "Genesi", dove si faceva riferimento a come gli alieni descritti nelle sedute ipnotiche sugli addotti erano sovrapponibile alle descrizioni degli dei ebraici e egizi.Ora la ricerca trova affinità con gli dei di prima di 12mila anni fa.

Citiamo dalla pagina a cui forniamo il rimando:

Nel precedente articolo dal titolo “Genesi”, prenderemmo in considerazione come il pantheon di alieni, il bestiario descrittoci durante centinaia di sedute di ipnosi regressiva, condotte con i nostri addotti, era praticamente sovrapponibile alla descrizione degli Dei sia del pantheon sia ebraico che egizio.

La Kabbalah ebraica era la rappresentazione dell’universo come del resto lo descrivevano i nostri addotti e non ci era sfuggito come questo pantheon derivasse da una cultura pre-israelita e cioè egizia e babilonese. Prima di continuare in questo escursus all’indietro nel tempo, dobbiamo soffermarci ancora una volta su alcune questioni. La prima è legata al falso monoteismo ebraico israelita.

Gli Ebrei infatti non sono un popolo monoteista ma monolatra. Cioè di tutti gli Dei che hanno, ne riconoscono uno superiore agli altri ed adorano quello che è anche il fondatore, secondo le loro tradizioni del loro popolo, Israele, un vero esempio di stato-chiesa, come iI Vaticano o il Tibet per esempio, dove per stato chiesa si intende quello stato in cui il capo del governo è la divinità fondatrice.

In qualche modo anche l’antico Egitto era la rappresentazione di uno stato chiesa dove la casta dei sacerdoti era in realtà quella a cui, di fatto, era affidato il potere e dove il Faraone era una manifestazione del Dio in terra: un po’ come il Papa o il Dalai Lama oggi. Per esempio quando la figura di Mosè, figura abbiamo detto in realtà legata al faraone monoteista Tuthmoses terzo, incontra Dio nel deserto egli si presenta così: “Io sono il Dio di Abramo.. vuoi che sia anche il tuo Dio?”.

Tuthmoses, cioè figlio di Tuth, accetta: e da quel momento il Dio JHWH sarà quello scelto tra tutti gli altri.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)