Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
TRASCRIZIONE TERZA PARTE DI: GENESI, UOMO, UNIVERSO E MITO DEL 26/6/13
31-07-2013, 11:55 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 31-07-2013 11:58 PM da fenice.)
Messaggio: #1
TRASCRIZIONE TERZA PARTE DI: GENESI, UOMO, UNIVERSO E MITO DEL 26/6/13
CONFERENZA DEL 26 GIUGNO 2013 A ROMA
– GENESI, UOMO, UNIVERSO E MITO -
CON: PROF. CORRADO MALANGA, CARLO DOROFATTI, MAURA GANCITANO E EROS POETA – KARNAK 3:3

TERZA PARTE

ATTENZIONE: Dal minuto 43 al minuto 45:23 dovete ascoltarla voi io non riesco a trascrivere quello che dice maura.....scusate
e scusate anche eventuali errori di punteggiatura e battitura ma non l'ho controllato, perchè ho pensato (come per le altre 2 parti) e se mi si "spacca il pc?, perdo 10 pagine di "lavoro"! quindi lo posto così com'è senza controlli.

eros: cosa ne pensi corrado

corrado ha la parola: qui ci sono diverse sfaccettature della cosa, l'addotto dice: “non mi potrò mai liberare dell'alieno perchè lui ha la tecnologia” “loro sono milioni di anni che fanno queste cose
lui è più forte di me io come posso.......lui è più evoluto!”
ecco...no! l'evoluzione è un'altra cosa, l'evoluzione non è la tecnologia, l'evoluzione è l'acquisizione di consapevolezza.. L'unica arma potentissima che ha l'essere umano è di ricordarsi di essere dio, dopo che lo sa non c'è missile, spada laser, obi wan kenobi che lo tenga! Non c'è niente da fare, l'alieno se la fa sotto e se la squaglia a gambe levate! E questo è (non capisco che dice) degli ultimi 20 anni.

Allora, quello che succede è questo: che noi vediamo in ambiente di ipnosi un sacco di tecnologia, soprattutto anche tecnologia militare, perchè la tecnologia vera e propria è roba terrestre, l'alieno a poca tecnologia, nella macchina volante non ci sono apparecchiature, non c'è niente, solo delle luci che si accendono e si spengono....c'è una tecnologia sopraffina senza bulloni, insomma, in qualche modo. L'alieno che ha a disposizione comunque questa grande conoscenza la usa, per rubare la tua esperienza invece di lui di fare la sua, ti piglia la tua, ecco sostanzialmente dove la cosa ….
e va ricordato che noi rimaniamo un po' coglioni in questo yuga (direbbe la madame Blavatski) in questo periodo storico, proprio perchè qualcuno vuole che si rimanga un po' coglioni e come ci si fa a rimanere coglioni? È semplice ti danno la tecnologia!
Ti danno 37 telefonini, ti fanno capire che se te non hai il 38esimo telefonino sei un uomo morto non vali niente! Se non ti dessero il bisogno di comprare dei telefonini, bisogno che te all'inizio non senti, ma quando te lo vendon che c'ha questo telefonino te ti viene il bisogno del telefonino, te ti compri il telefonino, ma cosa vuol dire comprare il telefonino? Che quando parli con l'altro esce e non ti sente.
Se te invece non c'hai il telefonino e sai che puoi parlare con la testa con quell'altro, ecco che non c'è più nessun governante che ti governa che sia in grado di capire che cosa stai pensando!
Ecco allora che la tecnologia serve a questo.
Noi ci possiamo chiedere una cosa molto interessante, perchè (e nel mito c'è scritto) ci sono stati 5 yuga, 5 periodi storici, ma come mai questi periodi storici, secondo sempre il sistema indiano, si parte da un milione e 444.000 anni e si arriva a 36.000 anni? Cioè ogni yuga si accorcia, si accorcia e quello che noi sappiamo è che in questi 4 periodi storici quando l'essere umano acquisiva consapevolezza e coscienza di sé, arrivava la grande mazzata, ti riportavano all'età della pietra, perchè te dovevi avere il tempo di pensare a sopravvivere, perchè se non pensavi a sopravvivere pensavi che forse eri dio e allora forse arrivavi allo stadio finale per cui non potevi più essere ciucciato, non potevi più essere preso. E perchè questi yuga si accorciano sempre di più?
perchè l'essere umano per altro ad ogni stadio, impara prima, impara prima, impara prima perchè chiaramente la parte animica fa ovunque consapevolezza e coscienza di quello che ha fatto prima.
E noi ci possiamo chiedere: “ma come mai allora non si trova qui per esempio sulla terra le vestigia di una grandissima civiltà con grandissima tecnologia prima?” perchè non c'era bisogno!
Siccome oggi siamo diventati talmente bravetti ad acquisire consapevolezza e quindi il tempo degli yuga si sta accorciando prima che noi si arriva allo stadio di consapevolezza finale, ti devono ritardare il processo di acquisizione della consapevolezza e come fanno? Qui ti danno la tecnologia!
Laggiù non ce ne era bisogno, perchè erano riusciti a fregarti comunque! Ma siccome qui siamo molto veloci, stiamo andando a grande velocità “E a X quadro” come livello di acquisizione consapevolezza, ecco che tu non devi pensare! Tu non devi pensare! Tutto è basato sul fatto che non devi pensare “il caffè di montagna il gusto ci guadagna”.... il caffè in pianura non ci cresce! Risate “Colgate con vergol l'unico dentifricio con il fluoro ionico” che ce lo metti gassoso? Che ti brucia tutta la mascella?! Risate t'ha detto due cose e dici ma che ha detto?
“I granelli blu di perboratex per lavare il vostro bucato!” che le apri queste scatole c'è del marmo dentro perchè pesa, c'è del marmo quindi te la fan pagare di più e ci sono delle strane pallette azzurre e verdi che sono l'FVA (non capisco che dice!) cioè sono composti che assorbono la luce
ultravioletta una zona che tu non vedi con il tuo occhio e lo ributtan nel visibile, cioè nel visibile vien fuori più luce di quella che entra e te ti sembra che sia tutto fluorescente tutto bello, tutto pulito, noooo hanno colorato lo sporco di pulito! Ma non l'hanno pulito!
Questo per dire come te fregano!.no?!....banale!
Te vai a comprare l'automobile, compri l'automobile vedi: la macchina con i vetri neri, tutte le macchine dei caroselli c'hanno i vetri affumicati, perchè? Perchè sennò si vede che dentro non ci sei te che la guidi! dei misteri, di capire che sei te nella tua macchina, lì dietro ci sei te, se vedi che c'è xxx quella è la macchina di un altro, cosa me ne faccio? non posso comprare la macchina di un altro! Quella è già la tua, e poi che meraviglia, in quella strada ci sei solo te! Ma dove cazzo la trovi la strada in cui ci sei solo te ?! Cioè capisci come ti fregano?

Dal pubblico (credo dica): prova ad andare in sicilia che in realtà....

corrado: si, l'inghippo è che ci sono delle strade con un sacco di buche, invece lì si fanno delle cose meravigliose, eccezionali.....quindi, ti danno ad intendere che un po' cristo porta a (non capisco che dice) invece pare che l'abbiano inchiodato (scusate ma non capisco bene che dice...credo dica una roba simile) voglio dire, questo è il problema noi abbiamo la tecnologia, il computer, le cose, ma se
non avevamo questo a quest'ora eravamo già oltre.
Ed ecco che la tecnologia dell'alieno è la dimostrazione della sua limitazione, il fatto che lui non essendo animico, ma venendo a prendere la tua parte animica, il che vuol dire: non avendo il coraggio di fare l'esperienza della vita e della morte, viene a prendere la tua esperienza della vita e della morte, cosa che appare per me assurda, per loro no, perchè loro non avendo coscienza non sanno che cosa vuol dire questo, non lo posson proprio capire, in quel contesto te sei quello superiore, perchè l'acquisizione della coscienza, è la coscienza l'arma che noi abbiamo e che loro non hanno, quindi noi abbiamo puntato tutto, io ho puntato tutto su quella cosa lì, far acquisire consapevolezza all'addotto. E poi mi sono reso conto che non serviva far acquisire consapevolezza all'addotto, bastava far acquisire consapevolezza all'essere umano.
Ecco dove ci sta lo scalino, dove perchè io ora mi occupo di alieni ma in modo diverso.
Non mi occupo più dell'alieno io mi occupo....cioè mi sono occupato dell'essere umano in quanto tale, perchè l'acquisizione di consapevolezza ti guarisce dalle tue malattie che tu stesso in qualche modo, la tua mancata conoscenza di te, te ti sei messo addosso, perchè la tua malattia ti deve dimostrare qualcosa. Secondo me (sarò un pazzo scatenato) però tutte le malattie sono psico-somatiche, psiche-soma, cioè te devi passare attraverso la esperienza di quella malattia l'hai scelto te!
Come si fa a guarire uno? Prima devi chiedere alla tua coscienza “perchè hai fatto ammalare il tuo contenitore?” poi gli devi dimostrare che l'esperienza che ha fatto è passata, che ne deve fare un'altra e quello l'istante in cui guarisci in qualche modo, sennò non si guarisce.
Allora se te tieni presente che l'alieno è la rappresentazione di una malattia, sostanzialmente per guarirti dall'alieno devi acquisire consapevolezza che l'alieno ha fatto il suo tempo, che ha dato la dimostrazione che te cercavi: tu sei coscienza, tu sei dio, basta! Ora facciamo un'altra esperienza, quello sarà il momento in cui tu ti liberi dall'alieno. Però...ragazzi non c'è niente da fare, noi siamo i più forti, perchè noi abbiamo la coscienza, una coscienza grande, che anche se sembra che continuiamo a votar qualcuno (non capisco che dice) però in qualche modo abbiamo coscienza di questa cosa, noi sappiamo che l'alieno non è il nemico, noi sappiamo che l'alieno è qualcosa che noi ci siamo imposti come esperienza di passare.... l'alieno ci è servito per comprendere, così come noi serviamo all'alieno, cosa gli serviamo noi all'alieno? Vedi che è lo specchio è questo.
L'alieno viene, ci prende, ci rapisce tutti i giorni, si fa un culo così sempre incazzato nero perchè vede che comunque noi gli resistiamo da 50.000 anni gli resistiamo! perchè? Lui comprende, a un certo punto comprenderà che ha sbagliato processo di evoluzione.
Noi siamo tutti i giorni la dimostrazione che lui ha sbagliato il processo di evoluzione.
Nello stesso istante in cui noi cacciamo l'alieno, perchè abbiamo capito che lui era la rappresentazione di una parte di noi che non conoscevamo, lui capisce al contrario che deve fare in un altro modo.
Questo perchè nell'universo di bohm cioè un universo senza spazio e senza tempo, la causa e l'effetto non ci sono! la causa e l'effetto sono la stessa cosa.
La causa è: prima tiro la pallina contro il muro, la pallina contro il muro mi viene addosso e mi colpisce...causa-effetto.
Se il tempo non esiste, tutto accade in un unico istante io sono l'alieno perchè non c'è nessuna separazione tra me e lui, io ho più solo una differenza coscienza in più quindi capisco questo mentre l'alieno lo capirà più tardi in questo universo dove c'è il tempo. Ma in realtà il tempo non esiste tutto accade in un unico istante, quindi: quando io mi libero dell'alieno lui si libererà di me nello stesso rapporto che c'è tra carcerato e carceriere, dove non si sa più chi è il carcerato perchè il carceriere che sta attaccato al carcerato è carcerato anche lui!
Quindi mi rivolgo all'addotto di turno che mi sta ascoltando in questo momento: dare un calcio nel culo all'alieno è fargli un favore! Perchè così gli insegniamo anche, per forza di cose, che deve andare in un'altra scuola, che questa non fa per lui.

Applausi

eros ha la parola: abbiamo.....quanto tempo abbiamo?

E qualcuno: 20 minuti

Eros: 20 minuti, quindi direi che facciamo un giro anche che serve da saluto ai nostri relatori, mi piaceva l'argomentazione ci tenevo a ringraziare molto corrado, perchè come spesso in certe...nelle conferenze trovo ragionevole pensare che un'evoluzione trans-umanista porti alla creazione di cloni,
in (non capisco che dice) che sarebbero l'ovvia conseguenza di un'umanità asessuata la quale mi sembra che possa essere simile a proprio i grigi, in qualche modo, e anche parlandone in maniera giocosa, i grigi potrebbero essere un'umanità malamente evoluta che ha perso, se vogliamo l'anima, e che torna indietro nel tempo, e allora una domanda sull'astrale come mai questi esseri sono in astrale? Come mai ci prelevano in una esperienza che è riassumibile nelle descrizioni dell'esperienza astrale, perchè astrale?
Perchè loro non vedono il losh in astrale ? Perchè attraverso questa porta, è nell'asse dell'energia, perchè lo fanno? E soprattutto perchè mi ricordo anche quando parli di griglia quantica e del fatto che il tempo e lo spazio sono quantizzati, e che loro non sempre entrano con precisione chirurgica nelle loro operazioni etc....no?...
però, chiaramente se questi esseri hanno perso l'anima perchè non se ne sono accorti prima.... manca l'elemento chiave per creare l'universo, che è un po' come dire che l'anima sono il mondo e se non cerchi un'anima sei non nel mondo sei rinchiuso in un mondo che si contrae che sembra essere quello che sta succedendo, quindi vengono qua, qua in che senso? Qua temporalmente a prendersi quello che gli manca.
Quindi questa falsa evoluzione tecnologia mi trova completamente d'accordo con le descrizioni che han fatto.
Se io lascerei libero Carlo di fare i suoi commenti conclusivi abbiamo poco tempo
carlo: se ci sono delle domande?
Eros: si ecco vorrei visto che abbiamo 20 minuti, scusate se non ho pensato se qualcuno volesse fare delle domande
dal pubblico: con tutto questo tempo che hanno avuto gli alieni per poterci studiare, per poterci addurre, etc...cioè possibile che non hanno trovato un sistema per poter prendere la nostra esperienza tipo facendo un copia-incolla e non prenderla direttamente?

Eros: attenzione metti in dubbio la capacità degli alieni di manifestare tecniche del genere?

Corrado: no non ce l'hanno fatta perchè, ci sono due aspetti fondamentali:
uno pare che il loro tentativo sia legato alla variazione del dna cioè tentare di costruire loro un essere loro in grado di poter ingabbiare la parte animica, perchè il loro problema è agganciare la parte animica dentro di sé in qualche modo per sempre di modo che questa parte animica ingabbiata nel loro dna non se ne possa più scappare e quindi non possa più fare esperienza della morte che può capitare questo insomma ma sia costretta a garantire vita eterna al corpo.
Quindi l'alieno non capisce non sa che è nella morte l'esperienza della vita eterna, ma per fare questo ci vuole un dna particolare, perchè la parte animica almeno a livello di ricerca del lavoro fatto sembra essere legata all'aggancio con il dna.
Per modificare il dna e per renderlo anima-compatibile e alieno-compatibile una modificazione stabile del dna può durare 8-900.000 anni solo come possibilità di verifica, e questo l'alieno non ci può fare niente perchè il dna è una molecola dove ci son 4 cazzate, perchè c'è:
4 vasi (non capisco che dice!) un po' di zucchero e dell'acido fosforico, non c'è altro. Quindi sostanzialmente è anche una molecola semplice però nella sua semplicità è molto complicata a fare la sequenza delle basi (e non capisco che dice!) evidentemente da questo punto di vista proprio non ce la potrebbero fare mai perchè l'esperimento che fanno nel tempo deve verificare che il dna trovato così è stabile, per esempio se io faccio e faccio un dna che dopo 300.000 anni mi si sfarina devo aspettar 300.000 anni per veder che non si sfarini perchè non c'è nessun possibilità altrimenti ecco dov'è la complicazione.

Carlo prende la parola: aggiungo una cosa, giocando all'idea che l'alieno sia qualcosa di altro da noi non è possibile fare un copia-incolla dell'esperienza perchè l'alieno non è quindi non c'è nulla su cui provare (o trovare)qualcosa.
E pensandoci un attimo invece di fare subito una domanda sbrodolata respiriamo un momento, l'alieno non è, è fasullo, è la proiezione di una nostra illusione fasulla lontana dalla coscienza che ha abbandonato la coscienza, che non è coscienza , che è irreale che è un'illusione, alla quale noi diamo sostanza nel momento in cui ci attacchiamo ad essa e allora le diamo densità, le diamo sostanza e la precipitiamo nella manifestazione, ma non è. Addirittura noi non siamo, guarda quanto noi non siamo. Siamo un coacerbo di ego confusi, illusori, spersi tra desideri fittizi, non siamo noi, figuriamoci se l'alieno che rappresenta proprio queste parti fasulle è qualcosa. Quindi non c'è nessuna esperienza di cui l'alieno si può rendere contenitore, perchè non è, quindi non si può incollare niente, su cosa incolli?
Che è una manifestazione illusoria, fittizia, fasulla, che è solo la proiezione delle nostre aspettative l'alieno buono così come delle nostre paure l'alieno cattivo, che precipitano nel nostro spazio-tempo perchè il pensiero crea, la nostra coscienza individuale e collettiva crea, ma quella roba lì non è. Come può impossessarsi dell'esperienza da anima addirittura quando non è. Ma neanche noi riusciamo a distillare l'esperienza dell'anima perchè non siamo, dobbiamo costruircela l'anima dobbiamo costruircela la consapevolezza!
Quella è un'onda quindi su cosa incolli?
E non mi può neanche venire in mente di essere qualcosa perchè è la proiezione di ciò che noi stessi non siamo, è il vuoto che si riempie di mostri, la mente che idra genera mostri, quelli sono mostri cosa incollano?

Eros ha la parola: va bene, grazie, altre domande?

Dal pubblico: sì ma, visto che gli alieni non sono, ma le li ha mai incontrati un paio di questi?


Eros: ma questa non è una domanda........si si ma è chiaro, vi parlate dopo con calma fuori

altra domanda: nell'articolo sulla tct secondo me ci sta una parte importante, ci sta addirittura un capitoletto a parte su questa cosa, cioè, nel caso in cui esce: anima gialla, mente blu e spirito rosso, e sta spiegato che questo è l'unico caso in cui probabilmente si tratta di una persona che è stata creata non dal primo creatore ma dal secondo creatore e quindi dovrebbe stare addirittura (dovrebbe stare, perchè non lo so) in un altro universo, dovrebbe stare nell'universo dove sta il secondo creatore, quindi non dovrebbe stare qua.
Innanzi tutto mi viene naturale una domanda: perchè sta qua?
E' vero la domanda è semplice, la risposta è semplice per fare esperienza, ma è troppo semplice come risposta, e poi sopratutto un'altra cosa: sta qua e poi potrebbero esserci altre di queste anime e poi se non sbaglio ci stanno un gruppo di alieni che vorrebbero venire da quest'altra parte, quindi si collega tutto, quindi è come se ci fossero già riusciti in un certo senso o mi sbaglio? non lo so questa è la domanda

eros: anime di secondo creatore che ci stanno a fa' ?

corrado: quello che sembra chiaro anche dall'analisi del mito, e che in realtà i due creatori shiva e visnu, visnu con il corpo, shiva senza corpo, avevano comunque una parte coscienziale che è stata da loro stessi divisa in 3 come abbiamo visto prima, e siccome l'universo è un universo duale, viene visto simmetricamente. La simmetria prevede che il tuo cervello il giallo e il blu siano due colori complementari, quindi l'anima che sta di qua viene vista ideicamente, simbolicamente con il colore blu e l'anima che sta di là veniva vista con il colore giallo.
Quello che si vede è: che mentre l'uomo primo, l'adam kadmon è riuscito a manipolare la parte animica blu tenendola qui e facendola in qualche modo lavorare qui, di là è successa un'altra cosa, di là la parte animica gialla se ne è andata. Diciamo che sia stata una scelta, diciamo che sia scappata, non lo so, si è separata dal suo contenitore primario che era shiva ed è venuta di qua a fare l'esperienza di qua, perchè non voleva fare l'esperienza di là, lasciando shiva in braghe di tela,
cioè senza la possibilità di creare materialità.
Noi sappiamo che anima ha bisogno di creare, di vivere l'esperienza in un corpo umano, per questo ha bisogno di entrare dentro il nostro corpo umano che per lei va bene, ed è per questo che il parassita luminoso come il lux è costretto ad utilizzare il nostro corpo umano perchè non avendo corpo non potrebbe comunque agganciarsi alla parte animica.
In questo contesto, la parte animica gialla è “scappata” diciamo così tra virgolette che mi sembra più giusto ed è venuta di qua.
Perchè è scappata ? Perchè non le piaceva probabilmente il percorso che shiva aveva scelto, in qualche modo più furba della parte animica blu che invece si è fatta fregare. Questa è l'ipotesi di lavoro che noi facciamo oggi sicuramente, e che magari in futuro avremo anche chiaro, però tecnicamente potrei dire chissenefrega!
Cioè una volta che noi abbiamo capito che all'interno del tct bisogna unire le parti animiche,mentali e spirituali per fare una sfera unica trasparente, perfetta, che sia la manifestazione della coscienza da quel punto in poi chissenefrega di quanti alieni son venuti, di quanti problemi hai avuto, di shiva, di visnu, non c'è più nessuna importanza perchè tu hai acquisito la consapevolezza della coscienza di tutto. Intanto fai così e poi dopo semmai chiedi alla tua sfera trasparente tutte le domande che vuoi, ecco, io farei così.

Eros: è sintetizzata la tua domanda? Spara!

Dal pubblico qualcuno parla ma non capisco che cavolo dice! Forse dice che non è un tipo visivo, che quando chiude gli occhi non vede nulla ma forse perchè non riesco a capire che dice! (nota della trascrittrice)

eros: è visivo ad occhi aperti

corrado: certamente pechè ci sono 3 aspetti delle persone che hanno questi canali importanti che sono: uno visivo, auditivo, cenestesico. Io per esempio sono visivo, quindi come canale principale riesco a vedere bene le cose a occhi chiusi.
Il cenestesico si caratterizza dal fatto che ha la voce bassa come la tua, quindi quando tu chiudi gli occhi non vedi niente perchè c'hai un forte canale cenestesico comunque certo, un forte canale cenestesico che ti permetterebbe però di fare il test in modo differente. Non dando subito inizio alla visione, te hai difficoltà a vedere, benissimo non c'è nessun problema, ci sono: visivo, auditivo, cenestesico.

Qualcuno parla dal pubblico ma non capisco

corrado: ma...è ha scelta, dipende dal cervello come è formato.
La maggior parte della gente è visiva, c'è un buon gruppo di persone che è auditivo e un gruppo più scarso che è cenestesico come primo canale, perchè poi tutti siamo visivi, auditivi, cenestesici.
Te sarai: cenestesico al 70%, visivo al 12-15% e il resto è auditivo, secondo me, sentendo un pochino così.
Quindi il tuo canale è il canale cenestesico, allora tu entri nella tua stanza mentale quella che ti stai costruendo dove non si vede niente è tutto buio, quindi non devi fare nessuna fatica, e poi cerchi a tentoni di trovare con le mani dove sono le sfere e quando le trovi (perchè le trovi sono nella stanza, la tua stanza è tua!) cerca di capire come sono grandi le sfere, che materiale sono fatte, se sono calde o sono fredde, se si sente qualche odore, se mettendoci la mano dentro è caldo, freddo, liquido, marmo, quello che ti pare, e nell'istante in cui te fai questo dopo puoi accendere le sfere, perchè io ti ho attaccato al canale cenestesico e tu da quel punto hai trovato le sfere e da lì in poi ti funzionerà anche un canale che a te ti funziona poco, ma lì ti funzionerà e vedrai le sfere accendersi...provare per credere.

Eros prende la parola e chiede se qualcuno ha una domanda

dal pubblico: mi stacco un attimo da questo discorso, (non capisco che dice!).....professore io ho un dubbio, nel senso che lei ha detto che noi possiamo comunicare con coscienza integrata e volevo dire che io ci sto provando diciamo e credo alle volte di riuscirci ma non …..cioè comunque mi risponde in modo strano.
Adesso lei prima ha accennato un attimo la cosa, quindi io vorrei che lei mi spiegasse un attimino meglio, perchè forse mi sembra che mi risponde con delle frasi che proprio non hanno un senso compiuto e a volte invece.....tipo io una volta le ho fatto una domanda, le ho chiesto: ma è vero che arriverà questa famosa tempesta solare che cambierà tutto, e se è vero mi dici quando arriverà sta tempesta? E lei m'ha detto: il 12 giugno del calendario arancione. Adesso io..... il calendario arancione l'ho cercato...io non so ecco, volevo sapere se in che modo ti comunica coscienza ? (credo dica così)

Corrado: dunque la questione è questa: la comunicazione prevede che noi si stia comunicando con noi stessi. Nell'istante in cui facciamo questo appare strano che io mi distacchi da me stesso, mi faccia la domanda e poi veda per esempio la coscienza integrata sotto forma di sfera trasparente che mi risponde.
Questo accade solo nei primi istanti, nei primi momenti, mano a mano che si va avanti non si vede più la sfera integrata perchè tu sei la sfera integrata e sei integrata con la tua sfera, ok?
In quell'istante, perde di significato farsi una domanda come era (non capisco) e capire la risposta, perchè in quell'istante non ti fa fare neanche la domanda, già ti sei risposta. - primo aspetto -
secondo aspetto: la coscienza risponde sempre usando un linguaggio simbolico e archetipico e la tua mente traduce il simbolo in archetipo in fonemi.
La nostra mente non è spesso in grado di comprendere gli archetipi della coscienza che invece
ha la conoscenza molto vasta e quindi la fase della coscienza è sempre giusta anche nell'istante in cui non la comprendiamo però perchè noi non abbiamo i prerequisiti per capirla.
A quel punto non c'è nessun problema, si prende la coscienza e si insiste con la PNL : non ho capito, cos'è questa cosa arancione?, me lo spieghi meglio? E vai avanti con la domanda.
C'è una tecnica in PNL che serve per fare questo, infondo te stai analizzando te stesso sempre più a fondo, sempre più a fondo insistendo. Non accontentarti e dire: “ah! M'ha fatto una risposta ma non ho capito”
terzo aspetto della questione: la coscienza parla in modo pulito.
Cioè non ti dice “allora dunque tanti anni fa quando io venni su questo pianeta ..:” non gliene frega niente, cioè ti da proprio …..e te lo capisci! ...è proprio all'osso il discorso, che a me stupisce io sono-ero affascinato da questa vocetta che c'ho dentro e che mi dice le cose....come dire “ma sei scemo?! Non hai ancora capito? 2+2 …. 4, è la questione? E me lo chiedi anche?” e poi non fa mai dell'ironia, non ti dice “sei un coglione non hai capito niente” ti dice le cose come, senza quasi le emozioni, senza l'emozioni! in un modo molto semplice.
Ecco, quindi insistere, perchè alla fine con insistenza noi comprendiamo perchè noi stiamo andando più in profondo a noi che siamo le stesse persone che si fanno le domande e lo stesso essere che si fa la risposte. Se non comprendiamo e perchè il nostro di consapevolezza non è ancora arrivato a livello di poter comprendere la coscienza.
Nell'istante ….lo ripeto in un altro modo, è troppo complicato così.....
Nell'istante in cui te sei lì e vedi la tua sfera della coscienza, la vedi, la senti, sei te, tu sei nel mondo reale, nella realtà reale, quella senza spazio e senza tempo dove tutto accade in un unico istante.
Quando te sei qui invece sei nel mondo della realtà virtuale dove tutto quello che la coscienza ti ha detto è già accaduto, te non te ne rendi conto, devi aspettare che il fotogramma passi.
Per esempio: una delle banalità è che la coscienza ti dice quello che può succedere fra 3 anni.
“Tra 3 anni succede questo...” ma non ti dice tra 3 anni succede questo, ti dice “succede questo” per te devi aspettare il fotogramma che ti passi davanti spaziotemporalmente per attendere che quella cosa che lei ha detto accada.
Ma quella cosa potrebbe non accadere, perchè siccome non esiste lo spazio-tempo in questo momento te la tua coscienza ha deciso che fra 3 anni accadrà questo, ma fra 2 anni se te hai cambiato idea, hai deciso che quella cosa lì non la devi più far accadere, quindi deve accadere un'altra cosa, quella che hai deciso fra 2 anni.
In realtà tutto accade in un unico istante, ma siccome c'è questo libero arbitrio tu in ogni istante, dell'unico istante puoi decidere di cambiare tutto.

Carlo prende la parola: volevo aggiungere una cosa sul discorso delle domande, devi dire qualcosa maura?

Maura: potremmo aprire un discorso a partire da questo discorso

carlo: perchè le domande sono interessanti....

altra persona: non potrebbe essere un altro film?

Carlo: allora era un po' lì che volevo arrivare

altra persona: entrare da un film in un altro film

carlo: allora io credo che bisogna capire chi fa le domande. Cioè noi spesso non siamo in contatto con la nostra identità reale, non siamo ciò che siamo, no? spesso ci confondiamo in quello che è possiamo definire come la mente di superficie, la mente di superficie è quel dialogo interiore, quel pensiero associativo.....non so se avete visto quel documentario che c'è su youtube “lo sfidante” no?
Che descrive questo continuo incessante pensiero associativo, dialogo, questo mentale così ingombrante che noi non siamo ma con il quale ci identifichiamo, perchè crediamo di esserlo no? È quel rumore di fondo che impedisce di ascoltare veramente la voce della nostra coscienza, di sentire veramente ciò che siamo, di re-impadronirci della nostra identità reale.
Allora, chi è che spesso fa le domande?
Quando è nostro il sé reale, con il quale siamo più in contatto ecco l'importanza della meditazione per esempio, che è il mio cammino per esempio. Essere sicuro che chi fa le domande non sia una maschera, l'ego, la mente di superficie, la personalità del momento, con le sue curiosità, i suoi desideri le sue informazioni,curiosità spesso banali, inutili inconcludenti, la ruota del criceto.
Quando faccio le domande io spero che sia la mia parte più reale a formularle a farle... no? Allora cosa succede? Quando attraverso la meditazione io entro in relazione con questa parte più reale di me, anzi ridivento quella quando questo sarebbe l'obiettivo, questo allineamento...no?
Di solito le domande scompaiono, non ci sono più domande.
Se ci sono domande sarà la vita a darci la risposta, oppure immediatamente si aprono dei canali intuitivi dove non riesco neanche ad avere il tempo di formularla la domanda, perchè quando è il momento in cui intuisco l'aspetto, immediatamente arriva, l'intuizione, la risposta....ecco
Invece quando io ho il tempo di formulare la domanda, e penso di dovermi attendere una risposta, molto probabilmente è già la mente che è partita, è già il film, sei già nella trappola, sei già nel mentale, nella mente di superficie, nel gorgo nella trappola.
Per cui prima di fare domande, tante domande, chiediamoci un attimo chi è che sta facendo le domande? La mia mente di superficie, il film che è partito, le mie illusioni inconcludenti, sterili, fuorvianti, che mi allontanano dall'essenza delle cose oppure la domanda parte veramente dalla mia coscienza, parte veramente da ciò che io in quel momento sono, dal mio sé reale, per quanto io riesca almeno ad avvicinarmi a questo aspetto

altra persona: è comunque un'altra domanda

carlo: è un'altra domanda, infatti per questo la meditazione è silenzio

dal pubblico: ma se il mio sé reale è un'illusione? È un illusione del mentale?

Carlo: se le seghe mentali non finiscono più dove andiamo a finire?
Ecco perchè dico: ragazzi mettete in pratica le cose che sapete, respirate, fate esercizio fisico, una dieta come si deve, mettete in pratica tutti questi corsi senza fare collezionismo sterile, cominciate a fare, e allora vedrete che la mente di superficie comincerà a quietare un po' tutte queste domande, ci rilassiamo un attimo, respiriamo, entriamo nel corpo, cominciamo a muovere altre energie dentro di noi, non disperdiamo più.....Perchè l'energia quand'è che la disperdiamo? E quand'è che ci diamo in pasto ai demoni, agli angeli, agli alieni? Quando il corpo è fermo, perchè più il corpo è fermo più disperdiamo energia, quando la mente è pigra, più la mente è pigra o è presa nelle trappole della mente di superficie, nel dialogo interiore, del pensiero associativo, disperdiamo energia, e con una condotta sessuale gestita in modo non consapevole, questo è un altro canale di dispersione di energia.
Finchè disperdiamo energia e alimentiamo solo l'ego e la mente, continuiamo ad arrovellarci su domande che non ci portano da nessuna parte, possiamo stare qua tutta la sera.
Io non ho incontrato alieni, non ho incontrato alieni.
Certo! io sono convinto che siccome il nostro pensiero crea, la manifestazione poi accada, esistano questi personaggi, questi alieni, questi mostri che ci vengono a rapire, da una dimensione, da un altro...che ne so io? Diventa vero ! E su che piano stiamo parlando? Stiamo parlando del nostro piano materiale? Certo! se alimentiamo certi scenari, certe energie, prima o poi queste si manifestano e diventano vere, diventano concrete, le incontriamo proprio, certo, quindi: esistono ma non esistono, non esistono ma se le alimentiamo esistono.

Eros: è materico no?

carlo: diventa materico, ma che cos'è la materia? È vuoto è del pensiero raggrumato, è energia addensata

eros: è diventato un problema come qualunque altro problema

carlo: esatto! Quindi l'alieno... io non ne ho incontrati, ma credo che possano essere un fenomeno assolutamente consistente, materiale, ma non per questo cade il discorso che abbiano un'origine
assolutamente umana, metafisica, psichica. Perchè alla fine siamo tutti quanti sempre noi distribuiti su diversi livelli della coscienza, su diversi piani della manifestazione.

Dal pubblico: torniamo a parlare di qualcosa di concreto, no?
Per quanto riguarda l'energia, io ho girato in lungo e in altro, tradizioni, tecniche etc.
Ma come facciamo a vedere effettivamente in maniera pratica quest'energia come può essere non dispersa o accumulata, perchè alla fine per esempio se uno c'ha un risultato dell'ego si sente pieno di energia, che non è però l'energia …..

maura: ma è di qualità diversa....

dal pubblico: eh!

Maura: cioè la differenza...in realtà quello che diceva carlo io sono d'accordissimo,

dal pubblico: anche io sono d'accordo....soltanto che.....

maura: il fatto è che ..….dipende dall'esperienza....
Per dire: quando tu cominci a fare meditazione, quando cominci a fare un certo tipo di tecniche mentali, hai tutta una serie di difficoltà. Non riesci a vedere, non riesci......degli occhi sostanzialmente che vengono da tutti i dubbi, tutte le paure, e del fatto che sostanzialmente veniamo educati a usare esclusivamente la mente, ma non nella maniera in cui deve essere usata correttamente, ma nella maniera completamente.....come dire....disfunzionale.
Poi piano, piano, un certo tipo di filo ….....
.per esempio: quando si va ad interrogare la coscienza integrata o quando si va a (non capisco che dice!) esseri invisibili, si ha difficoltà nel farle le domande.
Quindi all'inizio è importante fare anche delle domande totalmente stupide, che non servono a niente, ma per sbloccare quella parte.
Poi cominciamo a fare delle domande banali che non ci servono a niente, poi cominciamo a fare....come dire.....a entrare semplicemente in contatto con quella parte, ed è come dire.....sono altri canali, magari non abbiamo appunto bisogno neanche di scrivere in più o di sentire delle parole,
ma semplicemente sappiamo, perchè abbiamo fatto esperienza molte volte, che quel tipo di contatto è vero.
Per esempio: noi dagli esseri invisibili (non capisco che dice!) di solito il consiglio è di chiedere conferme, semplicemente per capire se in quel momento siamo in contatto con quella parte oppure se ci stiamo facendo delle pippe mentali, se è tutto frutto dell'immaginazione, se ci stiamo inventando tutto.
Con le conferme, che sono qualcosa appunto di strano, di impossibile, cioè vederci proprio (non capisco che dice, mi dispiace) girare a caso qualcosa che non sappiamo e dice esattamente la stessa cosa che ci hanno fatto scrivere i testi.


Oppure qualcosa che sia la prova che siamo in contatto o che non lo siamo.
Nella pratica invece non abbiamo più bisogno a un certo punto di chiedere conferma, perchè riconosciamo se ci siamo oppure no, cioè cominciamo a palpare effettivamente la differenza di energia.
Allo stesso modo, riusciamo a capire qual'è la differenza.....ovviamente poi uno si può....cioè nel senso che c'è sempre il rischio di “partire per la tangente” ed è frutto tutto dell'esperienza individuale e probabilmente poi ciascuno ha veramente un suo percorso e non quello di un altro. Però anche lì l'esperienza sessuale cioè magari noi possiamo pensare che sia eccezionale c'è è terribile l'esperienza essenzialmente....come dire..... del tutto fisica e poi capire che ci sono esperienze molto diverse e riconoscere la differenza di queste esperienze, proprio secondo me è tutto un fatto di esperienza, proprio per provare questo tipo di contatto con la coscienza.
E se non ho capito male ora dovremmo vedere un video di 4 minuti (non capisco che dice!) ed estrarre …....a proposito del discorso dell'anima il fatto di qualche giorno fa ho incontrato la (e non capisco che dice..scusate!) …....................e siccome …...pensava che …........
racconta un fatto che non riesco a trascrivere, parla troppo veloce e non capisco che dice! Scusate!

Dal minuto 43 al minuto 45:23 dovete ascoltarla voi io non riesco a trascrivere quello che dice...scusate
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)