Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
commedia o tragedia
05-08-2014, 09:52 PM
Messaggio: #1
commedia o tragedia
L'altra notte ho fatto un sogno che mi ha dato l'impressione fosse molto importante..ma nn riesco a interpretarne una parte..se qualcuno mi vuole dare spunti..prima però devo fare una doverosa premessa: da quando mi sono liberata ho intrapreso un percorso di miglioramento personale, per cercare di cambiare tutte quelle cose della nella mia vita che ancora non mi vanno bene e non mi consentono di essere veramente felice. Su questa ultima parte le cose non stanno migliorando molto, cosi ieri mi sono messa a letto con l'umore nero, devo ammetterlo anche se non mi piace e cerco di evitare ma mi stavo un po piangendo addosso. Poi inizia il sogno: ero sempre io, ma in un altro corpo, quello di una ragazza giovane e molto attraente..ero un attrice, e recitavo in un film, ma cambiavo contenitore per ogni film che dovevo girare..la cosa non mi creava disagio anzi mi piaceva molto..era tutto quello che ero abituata a fare, la mia normalità...pensavo a queste cose poi iniziavo a recitare il film, senza riprese o prove del copione..lo vivevo proprio..non so che significhi ma avevo dei giganti al mio seguito, che avevo recuperato non so dove, non erano molto svegli di mente e mi seguivano..poi incontravo un ragazzo, mai visto prima, con cui avevo una storia..il ragazzo aveva dei giganti meccanici, che aveva costruito lui stesso. Poi il sogno si fa confuso, non ricordo se dovevo far combattere i miei giganti contro i suoi, o se ci dovevamo alleare per combattere contro qualcos'altro..poi il film finiva (non so come) e mi mettevo a parlare con la regista..ero un po amareggiata di dover lasciare quel contenitore, e soprattutto ero giù per il finale del film, che sapevo essere finito in malo modo, e non avevo potuto fare alcune cose che avrei voluto..non era un dolore forte, come se fosse stata una cosa personale, solo quell'amarezza che rimane quando vedi per l'appunto un film che ti prende molto e finisce male..poi torni alla vita vera e ti dimentichi..però ne parlavo con lei..le chiedevo gentilmente se una qualche volta mi sarebbe mai venuta incontro, accontentando qualche mia richiesta sui film, facendo andare almeno qualcosa come pareva a me. Lei mi rispondeva, trasognante, come se non gliene fregasse niente se io ci stavo male, con un discorso che non ricordo bene sulla superiorità artistica delle tragedie, che le piaceva di più girare film drammatici, che aveva gia in mente tutto prima di iniziare e non aveva intenzione di cambiare le sue storie, perché se andava tutto bene diventava noioso per lei..io insistevo, chiedendole di far finire il film attuale in modo positivo per me, che sarebbe stata la prima volta quindi non avrebbe potuto annoiarsi, e lei rispondeva che ci avrebbe pensato, ma poi insisteva coi suoi discorsi sulla grandiosità delle tragedie..l'interpretazione che mi sono data per il dialogo è chiara, la regista per me era anima o coscienza, per i giganti non so che pensare..tutto quel film non ha senso per me..xo siccome sono rimasta davvero sbalordita da questo sogno, se avete qualche spunto, mi farebbe piacere sentire idee diverse dalla mia che magari imparo qualcosa si piu Smile
e scusate x la lunghezza XD
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-08-2014, 06:09 AM
Messaggio: #2
RE: commedia o tragedia
Mi pare strano che la Coscienza desidera sempre e solo tragedie finali altrimenti si annoierebbe, mi sa che non era la tua Coscienza, come nei miei sogni falsi ultimamente, ci provano sempre a fare ancora vittime, noi siamo abituati fin troppo a questa scena nei nostri film personali, e guarda caso finiscono sempre male...finchè non ci rompiamo le scatole, ed il Regista delle nostre pur poche restanti esistenze, non siamo noi. Cool

Sappi che si aggrappano una bellezza, alla nostra depressione per ciò che sentiamo deve cambiare nella nostra vita ed ancora non abbiamo il coraggio di mutare, o non sappiamo come fare, alle nostre paure recondite, alle nostre incertezze, a ciò che ci pare rassicurante...etc. etc. Tutto ha un tempo ed un termine, però, le esperienze ora dovrebbero essere in netta risalita, rispetto a quelle monotone con pianti e disperazione e che cacchio! Dodgy

Il Proff. ed anche lui ne sa qualcosa, ci raccomanda sovente di lavorare su noi stessi, e non a caso: dopo il buio deve sorgere per forza l'Alba ed ognuno di noi lo è di certo, un Creatore è variegato, originale e si annoia molto più dell'Animuccia, nel nostro caso per secoli e seculorum sempre indotta alla sottomissione, di certo per fare esperienza anche di ciò: niente è stato invano, niente è stato inutile, ci ha insegnato ad essere forti e caparbi nel raggiungimento dell'Obiettivo finale: Essere sempre la Vincita anche nella depressione. Heart

Questo per dire che il Full di Assi si è già Giocato, lo Strike è stato già sperimentato, manca ancora il Bingo finale....e di certo non me lo perdo! clap
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)