Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Teoria su mente
11-02-2016, 06:33 PM
Messaggio: #1
Teoria su mente
Ciao a tutti, volevo condividere una mia teoria sulla mente. La mente è spazio tempo e coscienza. Noi crediamo che la materia, la luce,insomma tutto ciò che è fisico e tridimensionale, sia composta da fotoni ed antifotoni i quali hanno tre assi, di spazio, tempo ed energia. Quindi ogni cosa materiale, compresa il corpo, secondo questa visione avrebbe tre assi, spazio tempo energia. Energia, ovvero movimento, frequenza, localizzata in uno spazio tempo. La mia teoria è che questo spazio-tempo-energia, non esista. In altre parole la mente non ha energia, (come spirito ed anima), ma è energia, crea l'energia , come dice Malanga. Ed essendoci 7 livelli energetici può creare l'energia in 7 maniere. Proprio come anima non ha l'asse del tempo, tuttavia ogni suo archetipo e sensazione corrisponde ad un corrispondente punto sulla linea del tempo, che lei non percepisce. Quindi la mia teoria è che al livello materiale (l'ultimo livello) la mente è ogni percezione energetica che si ha. Ovvero ogni percezione corporale. Non il corpo, ma ogni sua percezione. Le percezioni del corpo (dalla vista, alla sensazione di fame ecc.) sono la percezione di energia, di frequenza, e l'energia è spazio-tempo-coscienza. Questo è un concetto che il prof esprime nel suo ultimo articolo ma in maniera principalmente visiva, inoltre non specifica che non esiste una forma determinata di energia (spazio tempo energia appunto) ma soltanto la percezione che tu fisicamente che ne hai che corrisponde alla tua identità nell'ultimo livello energetico, ma anzi dice anche che l'indeterminazione di Heisemberg esiste solo se credi che esista, giustificando questa affermazione col fatto che "ciò che crede la mente lo crea", pur tuttavia è proprio ciò che crede la mene che a mio avviso determina la tua realtà e non ciò che crede determinabile che la crea, la mente è la realtà non esiste una realtà oltre la mente poiché la mente stessa è energia e decidi te lo spazio ed il tempo, determinare significa fuggire dalla propria realtà creata, tentare di vedere un'energia fuori dalla propria mente (specchiarsi), cosa impossibile, ovvero sostituire l'asse della coscienza con quello dell'energia. Inoltre afferma che ognuno crea la sua realtà, è che quindi se due persone guardano un albero in realtà creano un albero diverso, spiegazione e tentativo di giustificare la sua teoria, giusta fondamentalmente, un po scarso secondo me. In realtà secondo me la realtà è condivisa nella misura in cui la consapevolezza aumenta, e la condivisione della realtà è il cosidetto mondo felice, la coerenza rispetto allo spazio tridimensionale con altre persone è essa stessa la testimonianza che il mondo è creato da uno soltanto, che ha generato i molti. Anche perché essere dio significa essere responsabile di tutto, come definizione, in questo livello energetico. In questo contensto essere onda rispetto ad un'esperienza significa non creare quella cosa li e essere creatore solo di una percentuale del tutto. Quindi esisterebbe un evideone con l'asse della coscienza verticale ed uno spazio ed tempo, il quale solo quando ha gli assi di spazio e tempo espansi, ha la frequenza che corrisponde a questo livello fisico, altrimenti si ha la testa "fra le nuvole". In questo senso così come spirito può arrivare alla coscienza (tempo zero, CI)attraverso anima, ma da solo non può poiché soggietto alla freccia del tempo, anche spirito ed anima non possono scegliere il livello energetico da soli ma è attraverso mente che possono scendere in questo livello energetico, la quale credendo alla realtà materiale come reale fa si che spirito ed anima facciano la loro esperienza e "scendano" giù. In questo senso solo chi a anima può credere nella realtà fisica poiché spirito senza anima fa creare una realtà fisica alla mente sbagliata e duale. Spirito è energia nel tempo ed in base alla realtà che vedi trovi alti livelli di energia con la mente, e la mente tenta di trovare alti livelli di energia creandosi una mappa del territorio duale. Anima è energia e spazio, quindi per sua natura è legata al corpo umano poiché ha spazio (come emerge dagli studi del prof, al dna). Quindi un'ipotesi è che più uno crede nella realtà fisica come reale, chi la accetta come reale, ha anima dentro di se poiché crea la realtà, e nonostante chi non ha anima i appaia molto legato alla realtà fisica, in realtà non la vive nella in maniera reale. Insomma anche se sembra che l'"animico medio" ha la testa tra le nuvole è esatto l'opposto.
Queste sono solo mie considerazioni, io stesso non ci credo ciecamente, inoltre nella simbologia troviamo inevitabilmente la realtà e nelle varie tradizioni esistono 4 elementi fondamentali, questa cosa può essere interpretata in varie maniere, ma apparentemente cozza con la mia teoria. Insomma il quarto elemento sarebbe frutto di quella interpretazione mentale errata della realtà e non esisterebbe, l'elemento terra sarebbe l'elemento che impedisce all'uomo di emanciparsi, sarebbe percepire una mappa del territorio (che non esiste e quindi impedisce di creare la realtà a questo livello energetico) e non il territorio stesso. Se così fosse il sapere acquisito ha come unico fine massimo eliminare se stesso, in quanto illusorio a favore dell'identità con la realtà vissuta direttamente. Quindi la materia non esiste come energia disposta in uno spazio tempo ma esiste solo l'energia che viene rilevata da un sistema detto corpo umano la quale (energia rilevata) è la mente, la quale inevitabilmente porta l'uomo a credere prima ad un sistema di regole e di leggi le quali portano inizialmente la mente a non credere più nella realtà percepita (peccato originale) ma a credere in una realtà limitata alla prima percezione che ha determinato "la legge" fino a quando la realtà virtuale non ha distrutto la "legge" creata dalla mente, in quanto la realtà percepita è quella reale, fino a a essere consapevole di essere il creatore. Il peccato originale non è legato ad un concetto di superbia, che porta alla divisione, ma è legato al non essere emancipati, ovvero bambini. Infatti la vita dell'uomo inevitabilmente è una metafora della creazione, essendo l'uomo il mezzo attraverso il quale la coscienza fa l'esperienza, e la coscienza è all'inizio, quando una persona è un bambino, e non quando una persona è anziana e "saggia". Quindi è chi accetta la realtà come tale che ha maggiore identità, poiché non si identifica in un'idea, che è solo una piccola parte della realtà, ma si identifica in ogni suo aspetto, anche se apparentemente chi subisce totalmente la realtà fisica non ha identità poiché non esprime nella virtualità "la sua idea".
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
14-02-2016, 04:09 PM
Messaggio: #2
RE: Teoria su mente
Ciao grazie per le tue considerazioni.
Mi ha attirato soprattutto l'idea del parallelo tra vita dell'universo/vita dell'uomo e l'ultima frase in cui dici che l'identità cresce rimuovendo le idee, o meglio identificandosi nella realtà.
Per quanto riguarda la tua idea della creazione, va preso in considerazione il fatto che le anime sono come emanazioni della sorgente, e non credo che si possa fare una distinzione tra anime e il tutto (specialmente se per noi è assodato che dio fa esperienza attraverso le anime).
Per quanto riguarda gli elementi, a volte sono quattro, a volte cinque....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
20-02-2016, 01:37 AM
Messaggio: #3
RE: Teoria su mente
Ciao, si in pratica le menti ad un livello energetico alto (onda) fanno comunicare spirito ed anima in maniera più lieve. Il pensiero è l'interpretazione della percezione fisica. Se la percezione dell'energia da parte del corpo è la mente, significa che l'energia non è disposta in uno spazio-tempo, in maniera tale da farci fare l'esperienza, ma la mente la dispone continuamente in maniera da farci fare l'esperienza, o meglio, dispone la percezione che ne abbiamo in modo da farci fare l'esperienza, quindi non devi credere in quello che vuoi e crearlo a tuo piacimento , ma devi credere a ciò che vedi e senti poiché lo stai creando te apposta per fare l'esperienza. Quello "che vuoi" è il pensiero, il pensiero è libero proprio perché è indeterminato, proprio come l'onda ha un range di spazio nel quale il fotone ha la probabilità di esserci, insomma consapevolezza bassa, legame scarso a livello energetico. Quello che percepisci nella realtà fisica è l'unica cosa che porta alla consapevolezza totale poiché determinato, appunto il fotone e l'antifotone si uniscono e creano l'energia (la mente), e quindi il corpo.
Essere emancipati nella mente significa essere scettici nella mente, ovvero credere anche senza dare un senso logico alle cose, significa creare un legame sul piano verticale e quindi ti unisci alla coscienza che ha generato questo, poiché fai ciò che deve fare la mente nel'ultimo piano energetico per essere parte della creazione, ovvero dividersi, accettare la divisione, e questo si traduce in questo a livello mentale, credere alla realtà percepita e non credere ad alcuna idea preimpostata (indeterminata, che appunto equivale a non accettare la divisione) ma solo nel presente e nella propria identità (che equivale ad accettare la divisoione, poiché le idee, il legame apparente con gli altri, scompare), e che è la percezione di quel momento appunto.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
20-02-2016, 02:18 AM
Messaggio: #4
RE: Teoria su mente
La realtà fisica che usiamo per comunicare noi uomini, con il corpo, è la mente, quindi tu parli a te stesso non solo nel pensiero ma anche nell'ultimo livello, perché la mente è sia li che quì, la realtà fisica, ma quì non si ha più il pensiero, quello che si sa già essere proprio, ma invece si ha gli altri uomoni che credi non essere parti di te, tuttavia se li riconosci parti di te, il che corrisponde al credere nella realtà percepita, sei maggiormente consapevole ovvero anima e spirito si legano totalmente.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)