Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 1 voti - 1 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Un "sogno" indelebile.
20-08-2016, 07:33 PM
Messaggio: #1
Un "sogno" indelebile.
Ciao a tutti, sono nuova e devo informarmi ancora molto su questo genere di tematiche, qualcosa di me mi spinge a farlo già da qualche anno ma qualcos'altro di me mi ha sempre bloccata. Oggi per iniziare voglio condividere un "sogno" fatto l'anno scorso che continua a tormentarmi spesso. Ne ho fatti sempre diversi davvero strani che, se me la sentirò, condividerò con voi per avere i vostri pareri, sapere che magari anche altre persone quando dormono fanno certe esperienze e magari avere conforto e non un dito puntato. Comincio raccontandovi questo sogno in parte angosciante, in parte meraviglioso perche mi sono sentita la vera Me. A differenza di molti altri molto enigmatici. Il sogno comincia cosi:
Ero a casa mia, una sera normalissima, cenavo con la mia famiglia. Ad un tratto entrano in cucina due tizi, statura normale entrambi vestiti in giacca nera, camicia bianca, pantaloni neri, scarpe nere e cravatta nera e uno dei due portava un cappello nero. Quello con il cappello era pelato, occhi come i cinesi e piccoli, pelle diafana naso piccolissimo idem la bocca. Quello senza cappello sembrava un mio coetaneo era un ragazzo normalissimo con i capelli ricciolini scuri, occhi scuri e carnagione olivastra. Io e la mia famiglia ci allarmiamo, appena ci alziamo e gridiamo cosa volessero uno dei due tira fuori qualcosa che fa una luce bianca fortissima quasi accecante, questa luce ci paralizza e siamo tutti con la faccia a terra, immobili. Io ho una personalità dolce e tranquilla normalmente ma odio le ingiustizie e divento un leone, da che ero faccia a terra, completamente paralizzata, alzo la testa e lo guardo in modo feroce alzando lentamente le braccia e le gambe. Sentivo parecchio dolore era come se quella luce aumentava la gravità. Mi sentivo come se avessi un macigno sopra la schiena, ma per la rabbia e per far vedere che non mi sottomettevo ho sofferto fino a mettermi in ginocchio e guardarli. Quello con il cappello era sorpreso e ha fatto cenno al ragazzo di prendermi. All'improvviso vedo nero e al mio risveglio mi ritrovo in una camera di un hotel, o di una casa comunque non messa bene. C'è solo quel ragazzo che tenta di spiegarmi e io sembravo conoscerlo, forse eravamo amici, e lui era molto triste ( sembrava sottomesso al tizio con il cappello ) e mi spiegava cosa sarebbe successo dopo ma non ricordo le parole, tranne per il fatto che mi disse che avevamo fatto sosta in America del sud, forse Brasile ma non ne sono sicura e che saremmo partiti presto. Ancora vedo nero come se mancano parti di questo sogno, e mi ritrovo in un posto meraviglioso. Guardo il cielo azzurrissimo e pieno di luce, c'erano tre soli disposti a punta di freccia, c'erano castelli strani e lucenti, moltissimo verde e alberi pieni di foglie Ma i colori erano molto più brillanti di quelli normali. Io ero al centro di una piazza gigante, il pavimento era fatto di pietre gialline, davanti a me una fontana meravigliosa e al mio fianco i due tizi di questo sogno. Aspettavamo qualcuno di importante, all'improvviso dall alto scesero delle creature che se anche le descrivo non gli darei la giustizia che meritano. Avevano ali trasparenti e lucenti, altri no. Altissimi forse piu di 2 o 3 metri. Tutti in tunica, pelle diafana, occhi grandissimi , lineamenti molto fini, capelli lucenti. Chi li aveva biondi, rossi e castani. Mi fissano e il tizio con il cappello mi spinge verso di loro, io sapevo cosa fare. Faccio qualche passo alzo la mano sinistra con il palmo rivolto verso di loro e dal mio palmo esce una luce accecante. Quello che stava al centro allora alza a sua volta il suo palmo, esce una scintilla e io comincio a volare, dalla schiena sento aprirsi delle ali enormi e cristalline, le loro stesse ali. Volo sopra i due tizi e saluto il mio amico, mi guardavano entrambi sorpresi e gridavo loro che tornavo a casa. Mi sveglio!
Al mio risveglio avevo un senso di beatitudine ma soprattutto di forza. Questo sogno mi tormenta perche mi ritorna spesso in mente ed è avvenuto in un periodo in cui facevo spesso esperienze in cui giurerei di essere sveglia e cosciente ma invece mi convinco di sognare ( per i ricordi angosciosi e inspiegabili) ho vissuto questo periodo di angoscia e paura. Quando ho fatto questo sogno la paura è scomparsa mi sono solo sentita forte. Voi avete fatto sogni del genere? Che ne pensate del mio? Che vuole dire secondo voi? Ringrazio chiunque abbia il tempo di leggere e dirmi il suo parere.

"Certe persone non vogliono essere salvate. Perchè la salvezza implica un cambiamento. E il cambiamento richiede uno sforzo maggiore dal restare uguali. Occorre un enorme coraggio per guardarsi allo specchio e vedere oltre il proprio riflesso."
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
20-08-2016, 08:18 PM
Messaggio: #2
RE: Un "sogno" indelebile.
Scusate la distrazione, ho letto "Sogni" e non " Segni" dal cellulare. Se potete spostate la discussione nella tematica adatta! scusate ancora e grazie

"Certe persone non vogliono essere salvate. Perchè la salvezza implica un cambiamento. E il cambiamento richiede uno sforzo maggiore dal restare uguali. Occorre un enorme coraggio per guardarsi allo specchio e vedere oltre il proprio riflesso."
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
20-08-2016, 09:24 PM
Messaggio: #3
RE: Un "sogno" indelebile.
sposto e ti dovrebbe arrivare un messaggio in automatico di rimprovero...Non siamo ancora riusciti a capire dove si leva. Se no lo leveremmo...

Ciascuno di noi è, in verità, un'immagine del grande gabbiano,
un'infinita idea di libertà, senza limiti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
20-08-2016, 10:00 PM
Messaggio: #4
RE: Un "sogno" indelebile.
Va bene! Grazie e scusate ancora

"Certe persone non vogliono essere salvate. Perchè la salvezza implica un cambiamento. E il cambiamento richiede uno sforzo maggiore dal restare uguali. Occorre un enorme coraggio per guardarsi allo specchio e vedere oltre il proprio riflesso."
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
20-08-2016, 10:14 PM
Messaggio: #5
RE: Un "sogno" indelebile.
C'è una interpretazione generale dei sogni, e ci sono significati personalissimi. Sognare un serpente per parecchie persone vuol dire una cosa, ma se allevi serpenti o hai la fobia dei serpenti non ti andra' mai bene il significato generale...Questo per dirti: la verita' la sa solo Coscienza tua e con le tecniche del Proff ci parli. Dovresti imparare almeno il simbad per questo. Io (o chiunque risponde qui) ipotizza in buona fede con che sappiamo. Ma appunto devi sentire come ti "risuona" diciamo e sai se ci abbiamo preso o no.
Possono essere 3 cose questo sogno:
una adduzione (ci hai preso con parecchie cose, compresi i buchi neri di memoria....) che chiaramente ricordi trasfigurata, (fanno cose al cervello degli addotti apposta per farti credere che tutto sia altro), ma puoi tenere per buono di sicuro l'umore che avevi alla fine, li hai cacciati Smile OTTIMO, super buono, se coscienza decide di ribellarsi è sicuro che manca poco che si libera. Di quanto è questo sogno?
Altra ipotesi è che tu abbia trasposto in un sogno (solo sogno) le esperienze che vivi nelle adduzioni, quindi sarebbero ricordi. Terza ipotesi, che sia simbolico: e allora la casa è il corpo, gli intrusi gli alieni, la tua famiglia anima mente e spirito, ma ti ribelli...E cosi' via, tutto simbolico.

Capisco se vuoi sapere di che si tratta, ma io baderei a una cosa: che siano ricordi, una adduzione vera, che sia simbolico...Ti sei ribellata. Brava Smile
Io fossi in te proseguirei leggendo i libri del Proff e facendo la tct flash, non escludo tu sia già libera, ma oh, meglio essere sicuri e fare la tecnica che ti rende invisibile a tutti questi animalacci al 100%.

Ciascuno di noi è, in verità, un'immagine del grande gabbiano,
un'infinita idea di libertà, senza limiti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
20-08-2016, 10:53 PM
Messaggio: #6
RE: Un "sogno" indelebile.
Grazie per avermi risposto in modo cosi dettagliato, il sogno risale all'anno scorso..e prima di questo sogno ho fatto sogni brutti. E prima di questo sogno mi ero iscritta a un altro forum che trattava di queste tematiche raccontando solo qualcosa ,poi qualcosa l ho letta e tante cose combaciavano e ho avuto molta paura e ho lasciato perdere tutto anche perche mi sentivo peggio. Poi le esperienze sono peggiorate e poi ho fatto questo sogno dove io vincevo in questo modo. Appena mi sentirò pronta mi rimetto a leggere e attuare, è che devo sentirmi pronta. Una parte di me è molto molto forte l'altra ha molta paura. Ma non ho capito una cosa, in che modo secondo te li ho scacciati? Comunque io l ho sempre associato a un ricordo, ho sempre avuto questa sensazione su questo " sogno"

"Certe persone non vogliono essere salvate. Perchè la salvezza implica un cambiamento. E il cambiamento richiede uno sforzo maggiore dal restare uguali. Occorre un enorme coraggio per guardarsi allo specchio e vedere oltre il proprio riflesso."
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
20-08-2016, 11:08 PM
Messaggio: #7
RE: Un "sogno" indelebile.
è l'esatto opposto fanciulla, proprio informarti scaccia la paura. Perché si ha paura di che non si conosce. Tanto se li hai, li hai, e se li hai magari se intervieni l'ultima volta che ti han preso resta l'ultima in assoluto. Confermo che hai in te tutto che occorre per far cessare la cosa all'istante Smile Ti serve solo sapere come fare.
Allora spiego:
all'inizio usavano le ipnosi per gli addotti, perché per i vuoti di memoria su usavano quelle e gli addotti avevano tempo mancante e vuoti di memoria. Provarono le ipnosi e si riprendevano i ricordi...capirono che gli alieni cercavano Anima, che Anima poteva difendersi e poi le usarono per liberare la gente. Quando Anima capiva la situazione, nella testa dell'addotto si creava l'immagine di Anima che faceva qualcosa per cui alla fine l'immagine dell'alieno spariva. Lo bruciava, lo sbriciolava, lo squagliava...Ognuno sceglieva come fare, basta che alla fine 'st'alieno non ci fosse piu'. Si vide poi ai controlli successivi che davvero se Anima si era attivata cosi' il soggetto si liberava. In piu' avevano molte testimonianze del fatto che addotti incazzati neri si erano ribellati agli alieni, c'era proprio gente che si era sbloccata dal che ti bloccano e li aveva presi a seggiolate sul groppone, e molta che aveva pensato "maledetti voi che moriste all'istante" e gli alieni erano morti, bruciati, esplosi, scomparsi....
Ci riprovavano poi, ma alla lunga se si prendevano solo botte e morti la smettevano.
Metodi vecchi...Oggi si mira a far decidere coscienza tua di cambiare strada, di fare un'altra esperienza, perché si è addotti sempre per una scelta della propria coscienza che ha deciso di fare l'esperienza adduzione per capire che è lei la creatrice di tutto, la persona che dirige la propria vita. Le vecchie tecniche di liberazione guidavano a bruciare gli alieni ed a proteggerti dal loro ritorno, la nuova mira proprio a farti cambiare esperienza da fare, cosi' poi nemmeno ci rirprovano Smile Molto utile...
Tecnicamente, la Coscienza crea l'universo, quindi se vuole che un alieno scompaia...Scompare.
pare strano a dirlo, ma ti assicuro che fin dai primi studi di Hopkins sti alieni si lamentavano che l'odio della gente gli tira anche giu' le astronavi ahahah.

Ciascuno di noi è, in verità, un'immagine del grande gabbiano,
un'infinita idea di libertà, senza limiti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
20-08-2016, 11:25 PM
Messaggio: #8
RE: Un "sogno" indelebile.
Hai ragione...grazie! forse è proprio quella parte di me di cui tu parli che mi ha fatto tornare a parlarne. E' che ci convivo con episodi molto strani anche da sveglia da quando avevo esattamente 5 anni ( e come scordare quel giorno?!?) è come se fosse una doppia vita nascosta perfino a me stessa ma che mi lascia indizi, ricordi, sogni, segni a volte e percezioni da non raccontare a nessuno. Ho raccontato delle cose a mia madre e mio fratello, mia madre nemmeno mi ha creduto, perchè ( poi lo racconterò ) troppo assurdo mentre mio fratello minore ha cominciato ad aprirsi anche lui raccontando qualcosa ma nulla che superi le mie vicende ( a quanto io sappia! ).
L'ultimo sogno di questo genere ( ma x ora roba leggera ) l'ho fatto circa un mese fa. Ero da un'altra parte a guardare le stelle con qualcun altro, quest'ultimo le conosceva tutte, ad un tratto ci fu come un esplosione in cielo, noi vedevamo solo un grande bagliore a intermittenza. E lui mi disse" quella è la vera fine di una stella" e appena disse così mi vidi trasparente e mi sentì risucchiata dal mio corpo, appena la Me trasparente toccò il mio corpo vidi la pupilla trasparente del mio occhio ricongiungersi con quello terreno e sentì anche dolore al momento dell'impatto tanto che mi svegliai di colpo e di soprassalto! ma che faccio viaggi astrali??? xD

"Certe persone non vogliono essere salvate. Perchè la salvezza implica un cambiamento. E il cambiamento richiede uno sforzo maggiore dal restare uguali. Occorre un enorme coraggio per guardarsi allo specchio e vedere oltre il proprio riflesso."
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
21-08-2016, 12:13 PM
Messaggio: #9
RE: Un "sogno" indelebile.
negli addotti son comuni, quando ti prendono staccano anima dal corpo, e cosi' anima impara il giochino e poi esce anche da sola spesso.
Non so se fosse quello comunque hai davvero tante cose strane, dammi retta procedi a liberartene di queste sanguisughe. E ricorda che appena alzi la testa, scappano DI CORSA.
Gli addotti non vengon mai presi di peso, ci vanno da soli con gli alieni a livello inconscio almeno...Appena ti inizi ad opporre la cosa inizia a cessare, con le tecniche fai prima, ma nel frattempo che ti informi e decidi di farle, se arrivano mi raccomando: nessuno deve permettersi di decidere per te della tua vita. Seggiolate sulla schiena Big Grin Vere o metaforiche... Smile

Ciascuno di noi è, in verità, un'immagine del grande gabbiano,
un'infinita idea di libertà, senza limiti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)