Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
IL PROF. A VERBANIA
01-02-2017, 11:03 AM
Messaggio: #1
IL PROF. A VERBANIA
Vorrei condividere alcune impressioni qui sul forum, riguardo l'ultima conferenza di Malanga a Verbania, dove sembra abbandonare un po' lo stile pseudofilosofico delle ultime apparizioni, concentrandosi su aspetti più rigorosi dal punto di vista scientifico.

E' chiaro che bisogna aspettare le sue pubblicazioni imminenti, dove si avrà modo, di capire meglio le implicazioni di carattere tecnico scientifico che lo hanno portato alle conclusioni della conferenza di Verbania.

A livello di principio, essendo ingegnere, e quindi capendone un po' di fisica, i presupposti che tra l'altro sono iniziati con lo studio da parte di altri scienziati come il dott. Valone,sembrano esserci.

Penso sia un discorso che Malanga ha iniziato un po' di tempo fa, quando ha cercato di correlare, i concetti di trasferimento di informazione, associandoli alla superficie che racchiude la forma toroidale dell'universo, (nastro di Moebius) misurabile questa con la stessa entropia , che dà l'ordine di grandezza della consapevolezza della coscienza , quindi da un lato informazione e consapevolezza della coscienza, dall'altro, possibilità attraverso appunto l'informazione di modificare l'universo virtuale nei suoi parametri variabili , tempo, spazio ed energia.

Gli mancava di capire come questo trasferimento di informazione potesse avvenire, e in questo lo ha aiutato il Dott. Citro con i suoi studi sul trasferimento delle informazioni contenute in una soluzione di acqua e farmaco, ad una soluzione di acqua senza farmaco,la quale con una particolare tecnologia (guarda caso raffigurata in una antica incisione egizia) , assorbiva gli effetti del farmaco, pur non contenendolo.

Lo Zero point Energy in ambito quantistico, gli ha dato la possibilità di capire come sviluppare una tecnica in grado di fare proprio questo, trasferire energia a costo zero, in qualsiasi punto dell'universo.

La tecnologia applicata all'acqua dal Dott. Citro, sembrerebbe proprio quella utilizzata dagli alieni per produrre le copie nei cilindri, cambia solo il liquido, che per opportune ragioni di sopravvivenza degli addotti, non poteva essere acqua.

Ma le conclusioni interessanti , che darebbero anche giustificazioni scientifiche a quanto sempre detto sul fatto che l'uomo è in grado di modificare la realtà, consisterebbero proprio sul fatto che nel cervello noi avremmo uno zero point energy, individuato nell'ipotalamo, raffigurato nel mito come l'occhio di horus, che guarda caso è l'alieno che impianta microchips proprio nell'ipotalamo, e guarda caso quello che utilizza il punto zero, per trasferirsi dalla sua parte di universo alla nostra; utilizzando cioè le fluttuazioni del vuoto di energia (punto zero) , cioè le interazioni fotone antifotone, materia antimateria.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
01-02-2017, 12:25 PM
Messaggio: #2
RE: IL PROF. A VERBANIA
Grazie Luxor per la spiegazione.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-02-2017, 11:07 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 03-02-2017 11:18 PM da wasaby.)
Messaggio: #3
RE: IL PROF. A VERBANIA
Volevo porvi alcune questioni sulla Conferenza di Verbania soprattutto per quanto riguarda l'ultima mezz'ora perché alcune cose non mi tornano....

Per quanto riguarda il fare il miracolo non c'era un problema di disimmetrizzazione? cioè mi pare in una conferenza precedente aveva detto che noi effettivamente lo facciamo il miracolo ma viene fatto anche un anti miracolo è questo azzera tutto,..... Come risolvere questo problema?

Non l'ha ancora chiarito

Inoltre ha fatto vedere come funziona un Ufo, ha detto che le tre palline corrispondono ad anima mente e spirito e ai loro assi che poi, subiscono altri procedimenti e questo da vita ha un energia infinita (zpe) che permette al Ufo di muoversi in libertà,..... Essendo il nostro cervello un toroide ha paragonato questo procedimento funzionamento al nostro cervello e ha detto che le tre sere del UFO corrispondono alle nostre anima mente e spirito giusto ?.... Quindi in poche noi questo macchinario ce l'abbiamo già nel nostro cervello e possiamo fare esattamente quello che fanno gli alieni con gli Ufo, .... Però quelle tre palline dell'UFO sono separate, se noi facciamo il flash e le uniamo diventano un'unica sfera, e quindi non più tre, quindi non è uguale , questa cosa non mi torna....
Voi che ne pensate?

Quando tutto sembra finito è il momento in cui tutto ha inizio.

Non cercare di scacciare le tenebre....fai entrare la luce....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-02-2017, 11:39 PM
Messaggio: #4
RE: IL PROF. A VERBANIA
Le tre sfere nel cervello che ha struttura toroidale..non sono sfere ideali..ma esistono in forma organica...la rappresentazione dell'Unione nel tct e una trasposizione ideica
del nostro stato d'essere.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-02-2017, 01:23 AM
Messaggio: #5
RE: IL PROF. A VERBANIA
E sarebbero...? Pineale, pituitaria e l'altro che non ricordo... Tela di simmetrizzazione è sparita si è fusa con lo zero point energy e il trasferimento di informazioni?

Quando tutto sembra finito è il momento in cui tutto ha inizio.

Non cercare di scacciare le tenebre....fai entrare la luce....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-02-2017, 12:12 PM
Messaggio: #6
RE: IL PROF. A VERBANIA
Esatto Wild...le tre ghiandole del cervello che rappresenterebbero le tre sfere esterne di uno zero point energy, si comportano come antenne paraboliche che hanno un fuoco in comune nel talamo , le tre sfere (ghiandole) hanno lunghezza d'onda corrispondenti a quelle di anima , mente e spirito;
Sfruttando il principio dell'universo non locale della fisica quantistica, in realtà lo zero point energy è unico per tutto l'universo , cioè se ci mettiamo in comunicazione ad esempio con un'altra persona (col suo cervello) e quindi con un altro zero point energy, le informazioni passeranno dall'uno all'altro, perché nel momento in cui si crea questo collegamento, i due zero point energy dei due cervelli, è come se fossero un unico zero point con lo stesso livello di entropia ( come fanno i fotoni lontanissimi uno dall'altro che però risentono reciprocamente del comportamento di ognuno) .
Il prof . dice che nel prossimo lavoro spiegherà sia come realizzare lo zpe a livello tecnologico , sia le tecniche che permetteranno di sfruttare lo stesso principio col cervello senza tecnologia esterna.
Quindi a questo punto siamo curiosissimi di aspettare le conclusioni dei prossimi lavori e stare a vedere .....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
24-02-2017, 11:28 PM
Messaggio: #7
RE: IL PROF. A VERBANIA
Mi avete appena convinto di vedere subito la conferenza di Verbania...

plane Buon Mondo Felice plane
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)