Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
discorso interessante sul tema: onda-particella
23-06-2017, 01:38 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 23-06-2017 08:02 PM da fenice.)
Messaggio: #1
discorso interessante sul tema: onda-particella
ciao a tutti,

durante una discussione tra utenti si è sviluppato un discorso interessante sull'argomento onda-particella e modificazione realtà virtuale (spazio-tempo energia), partendo da un semplice esempio che è questo:

io: potrei passare dalla stessa via 1000 volte e NON accorgermi di una determinata pianta...poi un giorno eccola lì! la noto! e mi rendo conto che finchè non l'ho notata era un onda probabile mentre una volta vista è diventata particella....giusto? o non ho ancora capito?

Utente 2: per capirlo a parte malanga bisogna vedere l'esperimento della doppia fenditura

utente 3: si, giusto. dipende dalla consapevolezza

io: cioè una volta presa consapevolezza della pianta la vedrò sempre?

Utente 2: esatto se sei consapevole del fenomeno..lo localizzi

utente 3: si! o fintanto che hai bisogno di vederlo, magari poi vai oltre e della pianta vedi le vibrazioni o gli atomi

io: è come se quella pianta fosse un'onda non fosse mai stata lì nel "mio mondo" poi un giorno in qualche modo decido di renderla particella e visibile

utente 2: lo decidi perchè sei consapevole dell'esistenza di quella pianta. una volta consapevole sai che lì cè la pianta ma puoi anche decidere di non averci mai a che fare...

utente 3: beh, come con lo zoo. si aveva il sentore ci fossero, ma non li vedevamo. poi li abbiamo visti, poi menati, poi lasciati alle spalle

utente 2: esatto...con la consapevolezza si è acceso un bel proiettore luminoso da 10000 watt su di loro. il proiettore è la presa di consapevolezza coscienziale

io: volendo una volta presa consapevolezza che io ho creato quella pianta e l'ho messa lì....non potrei cambiare idea e farla scomparire visto che sono io che creo "il mio mondo"??

utente 3: teoricamente si. diciamo che sai che c'è ma poi decidere se continuare a notarla o no. e su questo son sicuro

utente 2: puoi decidere di non interferire con la pianta ma la pianta come essere vivente esiste. i fotoni o gli elettroni esistono...finchè non siamo consapevoli del fenomeno fisico possono essere ovunque o da nessuna parte. la creazione è avvenuta...l'universo virtuale esiste..possiamo modificarne i parametri spazio tempo ed energia...

io: modificare i parametri non vuol dire poter che io potrei far sparire la pianta?

Utente 2: la pianta non sparisce concettualmente perchè è stata già creata....possiamo decidere di farla morire se ci è nociva....ma una volta coscienza integrata è la pianta che non ti fa più male...

utente 3 : è comunque servita al suo scopo

utente 2: bravo.

Utente 3: concettualmente ogni cosa che fa parte delle nostre vite serve a comprendere

utente 2: esatto e non ci togliamo dai coglioni alcune cose..finchè non ne siamo consapevoli..completamente. ma non per tutto il processo di consapevolezza è così immediato e facile...

utente 3: eeeeeh magari

utente 2: e non è neanche facile ricondurlo alla elaborazionbe di una procedura tecnica

utente 3: cioè "processare" una situazione?

Utente 2: no elaborare una tecnica per modificare la realtà virtuale come vuoi. dalla tctdf in poi è solo questione coscienziale...che attraverso archetipi ti dà degli input.. bisogna lavorare molto sull'informazione della coscienza, che avviene per archetipi.

Utente 3: probabilmente per modificare la realtà virtuale bisogna pure cambiare idea e riguardo: cioè un sasso non è più un sasso ma un insieme di fotoni/onde/informazioni

utente 2 : si anche. il problema è che più vuoi risolvere una certa situazione e più non la risolvi finchè non abbiamo imparato bene il linguaggio coscienziale

utente 3: già

utente 2: bisogna solo aspettare ciò che ti comunica coscienza e saperlo interpretare

utente 3: io sto improvvisando, ma nell'immediato non ho molto risultati. sicuramente perché non lavoro sul tempo, e quindi il cambiamento è sempre il fotogramma dopo il mio, un loop.

Utente 2: ma certo..anche io...però ci sono segnali piccolissimi che sembrano non valere un cazzo però ti indicano qualcosa. e più sei consapevole più capisci quei segnali. man mano che comprendi coscienza ti dice si dai giusto..continua...e passi al livello successivo...

fine

spero sia utile come discorso, che renda più chiaro il concetto onda-particella e se qualcuno vuole intervenire il post "di partenza" c'è Big Grin
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)