Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
islam= stato e chiesa
03-11-2017, 10:46 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 03-11-2017 11:49 PM da Ennis.)
Messaggio: #11
RE: islam= stato e chiesa
Il problema Luxor è che se vogliamo estremizzare allora io vorrei richiedere che tutti gli omofobi se ne andassero per dire dalla mia città perché sono gay e li ritengo intolleranti nei miei confronti, e no, purtroppo ho imparato che non si può controllare tutto, ci si può difendere in molti modi e si può farlo non a scapito delle libertà individuali. Certo la libertà va fatta tramite leggi in cui si punisca chi non le rispetti (vedi immigrazione regolare vs irregolare) ma la libertà è più preziosa di tutto, e se volete qualcuno che protegga ulteriormente, come cercavo di fare fino a poco tempo fa tra l'altro, vuol dire che si vuole controllare gli altri. Girando il mondo mi sono reso conto che le cose non sono così semplici e tra le religioni oggi c'è molto più in comune di quanto si pensi e mi sono reso conto che unire non è così difficile ed è più importante che dividere, come se l'altro non ti riguardasse, anche se in realtà l'altro sei anche tu e magari dice qualcosa di te... difendere va bene ma c'è modo e modo, e mi sembra che in Italia ci siamo dimenticati che ci sono modi per far rispettare le leggi che non impediscano una comunicazione per esempio, tra le parti... inoltre è chiaro che non si può pretendere di togliere delle libertà individuali senza avere dei riscontri negativi...
Comunque non conosco la tua idea a fondo quindi mi devo fermare ma la storia ci insegna che quando si divide i popoli si finisce male... e il controllo a tutti i costi è proprio quello che cercano gli alieni...e dividere i popoli e la guerra di religione è proprio quello che Rotschild e company vogliono con tutti gli attacchi fake che abbiamo visto ... ho un'esperienza di venti anni a proposito perché sono da venti anni che cerco di risolvere questo dentro di me e questo ho concluso, pensa che per me sono stati venti anni di ricerca dentro me stesso, non penso che non valga niente... e spero che nessuno in futuro si ricordi di quello diceva questo gay (ma che c.... voleva? :-)) che sembrava così fastidioso...
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-11-2017, 11:11 AM
Messaggio: #12
RE: islam= stato e chiesa
Mi sembra , che il mio ragionamento, non preveda assolutamente la limitazione di libertà da parte di nessuno, ho soltanto manifestato il diritto della propria dignità di uomini, di non assistere indifferenti al folle progetto di talune religioni ( fermo restando che tutte farebbero meglio a non esistere) di creare stati dittatoriali in cui vige solo la legge religiosa , e che per mantenere questo sistema ricorrono alla violenza più spietata.
Adesso , sinceramente stento a comprendere cosa ci sia di sbagliato in questo semplice concetto che ho espresso, tra l'altro senza entrare in nessun merito di come difenderci da certe follie , che vogliamo o no, non sono così limitate e circoscritte, ma che assumono livelli di adesione e partecipazione incredibili.
Il diritto alla mia dignità di esistere con le mie idee non può e non deve essere confuso con l'atteggiamento ipocrita del volemose tutti bene, perché spesso l'altro, e noi su questo forum lo sappiamo benissimo, non ti vuole bene affatto.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
01-12-2017, 02:59 PM
Messaggio: #13
RE: islam= stato e chiesa
Mi sembra eccessivo generalizzare improvvisamente come un allarme per lo Stato la semplice appartenenza a una religione, come se avesse il potere per come stanno le cose attualmente di cambiare l'ordine democratico costituito su larga scala (tra l'altro il Papa viene rispettato da molti musulmani), e come se i nostri servizi segreti non abbiano lavorato negli ultimi quindici anni per combattere il terrorismo (almeno questo è ciò che appare).
Esistono anche delle distinzioni importanti che per noi sembrano non dire niente, come tra sunniti e sciiti, e altre distinzioni che sono necessarie visto che nel mondo vi sono decine di stati musulmani ognuno con leggi e storia diversi, in molti dei quali per quanto con limitazioni esistono pure altre religioni (in Malesia i musulmani sono solo il 60%, poco di più in Bahrein, in Nigeria il 50%, in India sono una minoranza corposa, in Egitto i cristiani sono circa il 10%), e molti dei quali sono alleati dell'Occidente perché erano protettorati o colonie di paesi occidentali (in generale i paesi sunniti come la Malesia o l'Arabia Saudita ecc.) o in cui come in Senegal o Gambia come in tutta l'Africa Equatoriale la religione è mescolata all'animismo (per esempio credono che esistano spiriti parassiti).
Quando tra l'altro sappiamo che la maggioranza delle vittime del terrorismo sono proprio i musulmani e i musulani combattono il Califfato.

http://thesubmarine.it/2017/06/19/19-vit...musulmane/

http://www.lastampa.it/2017/10/05/esteri...agina.html


E siccome sappiamo benissimo sia i terroristi che certi poteri forti vogliono separare le persone in base alla loro appartenenza, mi sembra appropriato non generalizzare.

Quando mi riferivo alla libertà personale, parlavo non solo di impedire la pratica della religione, cosa che già accade, ma la possibilità di essere cittadini (a partire da una certa età, non dico dalla nascita).
Mettere delle restrizioni inutili a questo comporta solo un maggiore scontento, dato che già le leggi sono restrittive alquanto se si viene considerati solo immigrati pur essendo italiani a tutti gli effetti.

Il problema dell'Italia è che non avendo un a tradizione di colonialismo diffuso ci siamo beccati in certi casi elementi più "casuali". Sono d'accordo che ci vorrebbe maggiore coordinamento e procedure per la deportazione. Ma al tempo stesso anche le leggi restrittive di per sé non portano a risultati anzi possono peggiorare la situazione delle persone poiché con la legge attuale se uno è senza lavoro e ha superato il periodo di visto diventa automaticamente clandestino con tutti i rischi che questo comporta.

Magari fare riferimento anche a un tradizione illuminata dell'Islam può essere utile:

http://www.sufi.it/Islam/
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-12-2017, 01:37 PM
Messaggio: #14
RE: islam= stato e chiesa
Sicuramente esiste una tradizione illuminata dell'islam e sicuramente la storia ci consegna un periodo d'oro in cui la cultura islamica, ha influenzato la civiltà occidentale in modo del tutto positivo con studi nel campo della matematica e delle scienze in generale; ma purtroppo successivamente a quella fase illuminata, ne è seguita un'altra più oscurantista che si protrae in manifestazioni estremizzanti oggi, e d'altra parte l'Islam moderato non credo faccia proprio degli sforzi incredibili per contenere le frange alla deriva della violenza.
Le vittime islamiche del califfato , appartengono agli Sciiti che da secoli sono in lotta con i Sunniti, che fanno capo all'isis, si tratta quindi di lotte intestine all'Islam, antiche quanto l'islam stesso che nulla hanno a che vedere con il tentativo della parte moderata di opporsi a quella estremista.
Al di là di tutto, se possiamo fare a meno di seguire qualsiasi religione, sarebbe "cosa buona e giusta".
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)