Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
legge Iori, riconoscimento della figura dell'educatore
09-11-2017, 05:20 PM
Messaggio: #1
legge Iori, riconoscimento della figura dell'educatore
E' un anno e mezzo che prosegue l'iter la legge Iori, per il riconoscimento delle figure professionali pedagogiche. Detto in altri termini: la legge assicurerebbe che dove serva un educatore professionale:
case famiglia
centri antiviolenza
case dove vivono i diversamente abili a gruppi nei progetti di abitazione autonoma
interventi domiciliari dove viene mandato un educatore a dare supporto a situazioni educative difficili
centri aggregativi giovanili
e poi che ne so ragazzi abbiamo mille ambiti di intervento,
debba necessariamente essere messo un educatore laureato a S. dell'Educazione.
Avete mai visto quei filmati di maestre al nido, centri per l'autismo, residenze per anziani ecc. dove picchiano i destinatari del servizio?! Non sono mai educatori laureati (se la scegli come facoltà lo ami quel lavoro). Sono sempre persone messe lì senza titoli o con corsettini molto brevi, ma spesso proprio senza. La legge al momento lo permette. Io stessa ho conosciuto un educatore per l'autismo a Roma, col liceo classico, e nonostante il poveretto fosse una bravissima persona, non sapeva dove mettere le mani se non che gli ispirava il suo buonsenso.
Al momento, diciamolo chiaramente, fa comodo: ci infilano chi gli pare a fare l'educatore, lo pagano meno rispetto a un laureato, non si trovano chi possa avanzare pretese di alcun tipo.
Il passare della legge estrometterebbe anche gli psicologi dal nostro ambito, e oggi molti di loro si sono riciclati in questo settore. La divisione classica assegna infatti allo psicologo la patologia, a noi i settori educativi diciamo di normale amministrazione quotidiana, anche se difficili.
la legge Iori (dal nome dell'Onorevole che l'ha proposta, bravissima signora insegnante di Pedagogia all'università), prosegue il suo iter da un anno e mezzo, tra mille difficoltà, ma non manca al momento molto alla sua approvazione. Però ora questa legislazione sta per finire. Tutto il settore sta mandando mail ai parlamentari e senatori per dire di far presto, ma la sensazione è che ci vorrebbe un miracolo perchè passasse ormai, non ha più i tempi tecnici.

La sensazione che ho, per l'ennesima volta, è che non si voglia, a monte, migliorare il sistema educativo italiano a 360 gradi. Potremmo fare quasi miracoli con che sappiamo, ad esempio io lo so che con gli autistici funziona fare un filmato di loro che fanno una cosa giusta, eventualmente girandolo più volte e ricostruendo un unico filmato con la giusta sequenza di cose da fare, e farglielo vedere. Questi ragazzi anche se gravi in genere rivedono mille volte il filmato e poi tendono a riprodurre davvero le azioni che ci hanno visto nella giusta sequenza. Si riesce così a farli lavare ad esempio senza più molti intoppi. Il mio amico educatore romano non lo sa avendo fatto solo il classico.
Come sprecare professionalità frustrando chi li ha acquisite, e non far fare quel passo avanti a tante persone che se avessero vicino chi sa dove mettere le mani farebbero. E' fatto apposta, anche questo, io ne son sicura.

Ciascuno di noi è, in verità, un'immagine del grande gabbiano,
un'infinita idea di libertà, senza limiti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
09-11-2017, 05:53 PM
Messaggio: #2
RE: legge Iori, riconoscimento della figura dell'educatore
Uno dei motivi, a rappresentare un freno ad una politica seria che regolamenti il settore dell'educazione in questo paese è molto semplice da individuare: la chiesa cattolica apostolica romana, si sente di avere il diritto "a divinis" di avere l'esclusiva del ruolo di educatrice socio-etico -religiosa in questo paese.
Lo stato manda in frantumi la scuola pubblica, e la chiesa è pronta ad accogliere nei suoi istituti intere generazioni; gli asili nido non funzionano? Bene ,ci sono centinaia di suore nevrotiche per continua e lunga astinenza....pronte a prendersi cura dei nostri pargoli.
Tutto allora è fatto perché alla fine ciò che è pubblico, non debba funzionare, e per non farlo funzionare, bisogna ricorrere a figure che di professionale non hanno nulla.....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
09-11-2017, 06:03 PM
Messaggio: #3
RE: legge Iori, riconoscimento della figura dell'educatore
Non ci avevo pensato Luxor ma è plausibile ci sia anche questo sai?! :-O . Moltissimi enti sociali sono cattolici con dentro a lavorare tutto tranne gente preparata... Spesso proprio altri religiosi piazzati a fare il nostro lavoro.
Mi sa che ci hai preso Sad

Ciascuno di noi è, in verità, un'immagine del grande gabbiano,
un'infinita idea di libertà, senza limiti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
17-11-2017, 10:37 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 17-11-2017 10:39 PM da Fianna.)
Messaggio: #4
RE: legge Iori, riconoscimento della figura dell'educatore
Hanno chiesto alla senatrice che l'ha fermata di ritirare la modifica, che potrà essere gestita successivamente attraverso circolari ecc. Ma se non la ritira non abbiamo i tempi tecnici necessari per tornare alla camera e poi ancora senato. Stanno facendo appelli da ovunque, manifestazioni...
Se non la ritira sapremo che qualcuno voleva fermarla. E' un pò stressante questa attesa, io non riesco a capire bene che mi conviene fare perchè se passa la Iori è un conto, se non passa è un altro.
Vorrei avere la palla di vetro.

Nel frattempo il decreto Lorenzin ha creato l'albo agli educatori sanitari usciti da medicina (unico caso in Europa della solita figura professionale creata da 2 facolta' diverse, medicina e s.dell'educazione), assegnandogli gli ambiti sanitari. Vi ricordate il mio corso sull'autismo al quale mi sono pre iscritta? Se non passa la Iori l'ambito accetterà solo gli educatori sanitari usciti da Medicina, quindi per me inutile specializzarmici, a me resterebbe il settore socio culturale, che però senza la legge Iori continua a essere campo non solo nostro ma di psicologi assistenti sociali e gente con qualsiasi altro diploma...

Raga se avevo fatto un corso per panettiere invece che sta laurea era TANTO meglio.
Scusate se vi stresso con 'sta storia, non ne posso davvero più. Non riesco a capire nemmeno che dovrei fare per trovare un lavoro decente.

Ciascuno di noi è, in verità, un'immagine del grande gabbiano,
un'infinita idea di libertà, senza limiti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
01-12-2017, 12:02 AM
Messaggio: #5
RE: legge Iori, riconoscimento della figura dell'educatore
La Senatrice ha ritirato gli emendamenti. A questo punto passa al 99,9%. Stiamo gia' festeggiando Smile
Per noi si crea lavoro, perche' butteranno fuori diplomati, psicologi, assistenti sociali, laureati in sociologia ecc. che facevano il nostro lavoro.
Per voi avete la sicurezza che se portate il bambino al nido, un diversamente abile in un centro diurno, un nonno in una casa di riposo, se avete bisogno di assistenza domiciliare educativa per un adolescente con problemi ecc. chi vi arriva amera' il suo lavoro e sapra' dove mettere le mani ^_^
Troppo felice.

Ciascuno di noi è, in verità, un'immagine del grande gabbiano,
un'infinita idea di libertà, senza limiti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)