Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
La memoria dell'acqua
29-12-2017, 05:47 PM
Messaggio: #1
La memoria dell'acqua
Le recenti intuizioni in ambito di fisica quantistica, coinvolgono anche l'elemento più importante per la sopravvivenza dell'uomo , l'acqua;

Una premessa: l’acqua presente negli organismi viventi è diversa dall’acqua che scorre nei fiumi o riempie gli oceani, ha una proprietà in più. Qual è la differenza? È una questione di fisica quantistica: in termini tecnici, si dice che le molecole d’acqua presenti nel nostro corpo, formano un sistema “coerente”. Significa che ogni molecola d’acqua (H2O) è correlata con le altre.

Tutte le molecole d’acqua in un organismo sono “in fase”, condividono lo stesso contenuto informazionale: possiamo anche dire che gli elettroni degli atomi che costituiscono l’acqua, oscillano sincronicamente alla stessa frequenza. Sviluppano quindi uno specifico segnale elettromagnetico, oggi misurabile. La cosa straordinaria, è che questo stato di coerenza controlla tutte le reazioni biochimiche che avvengono nelle nostre cellule. Rende possibile la vita.

L’acqua coerente può trasmettere segnali all’esterno e anche riceverne. Quella melodia elettromagnetica che caratterizza l’acqua della vita, è in perenne conversazione con l’esterno: se quindi in quell’acqua mettiamo, per esempio, il DNA di un organismo vivente, quel segnale viene registrato sotto forma elettromagnetica. Ovvero, l’acqua conserva memoria di ciò con cui è venuta a contatto. Cosa ancor più stupefacente: il segnale che memorizza il contatto tra l’acqua e il DNA è biologicamente attivo, ovvero può essere usato per trasferire informazioni, potenzialmente terapeutiche, ad altri esseri viventi.

La memoria quantistica dell’acqua può spiegare, ad esempio, perché, contrariamente a ciò che dicono gli scettici, i rimedi omeopatici o i fiori di Bach funzionano veramente. L’acqua dei rimedi è giunta in contatto con alcune sostanze, conservandone la memoria: anche se non contengono la sostanza in quantità attive secondo la farmacologia classica, una volta somministrati al paziente, quei rimedi sono in grado di informare le cellule, rilasciando segnali elettromagnetici e svolgendo così la loro azione curativa. Già oggi è in uso un’acqua super-coerente, prodotta artificialmente, che risulta particolarmente efficace nel trattenere e distribuire informazioni (acqua attivata con il metodo WHITE Holographic Bioresonance).

In prospettiva futura, si vedono già campi di applicazione di notevole interesse anche dal punto di vista clinico o preventivo. Non si tratterà più di dare farmaci ma acqua “coerente”, cioè informazioni strategiche alle cellule malate.
Pensiamo ai tumori: se riusciamo, attraverso l’acqua coerente, a trasferire informazioni alle cellule maligne, potremmo indurle a produrre DNA che, per esempio, le costringe a morire. Sarebbe un trattamento non invasivo e con pochi effetti collaterali, perché l’informazione risuonerebbe solo con le cellule tumorali.

fonte: http://www.laltramedicina.it/notizie/699...acqua.html
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)