Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Ma che e' l'approccio esoterico alle adduzioni?
12-04-2018, 01:58 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 12-04-2018 02:32 AM da Fianna.)
Messaggio: #1
Ma che e' l'approccio esoterico alle adduzioni?
Qui me ne parlano e io non so bene cosa sia. Ho forti sospetti ma inquietanti. Chi sa parli...Emblemaaaaa Big Grin
Sti arconti...
Mettete link utili a capire Smile

Ciascuno di noi è, in verità, un'immagine del grande gabbiano,
un'infinita idea di libertà, senza limiti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
12-04-2018, 04:26 AM
Messaggio: #2
RE: Ma che e' l'approccio esoterico alle adduzioni?
Forse le cose di Castaneda .

Quando tutto sembra finito è il momento in cui tutto ha inizio.

Non cercare di scacciare le tenebre....fai entrare la luce....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
14-04-2018, 07:15 PM
Messaggio: #3
RE: Ma che e' l'approccio esoterico alle adduzioni?
L'approccio esoterico, secondo me, ha due possibili chiavi di lettura: uno riguarda la dinamica nella quale si svolge una abduction ad opera di alieni corporei , un evento che difficilmente si ricorda a mente lucida, che magari emerge solo con dei flash di memoria sopita, per i quali il soggetto interessato si trova sempre in una condizione tra il sogno e la realtà, ( ma è una cosa che ho vissuto veramente o che ho sognato...?) ; questo continuo sentirsi sospesi in una condizione apparentemente non leggibile a livello razionale, spinge spesso a pensare che ci si trovi implicati in fatti riconducibili al "non razionale" ma comunque veri e vissuti, e quindi in definitiva attribuiti a ciò che l'uomo ha sempre vissuto come eventi sovrannaturali inquadrati in un contesto riconducibile all'esoterismo.
Nel caso di interferenza da incorporei, ( alieni provenienti dal semiuniverso parallelo privo di materia), l'attribuzione degli eventi ad attività inquadrate in un contesto esoterico, è ancora più evidente, in quanto l'entità aliena non visibile , ma di cui si sentono gli effetti della sua azione , è da millenni scambiata per qualcosa al di sopra del naturale , non controllabile dall'uomo, e quindi ricondotta attraverso migliaia di anni di scritture o a qualcosa di divino e quindi di superiore all'uomo , o a qualcosa di malefico da contrapporre al divino.
Le varie tecniche che hanno consentito all'uomo di creare una sorta di comunicazione ( erroneamente valutata come qualcosa di esclusivo o privilegiato) con queste entità aliene , sono state da sempre inquadrate in ciò che da secoli abbiamo chiamato "esoterismo" ( pratiche di magia, rituali, apparizioni, manifestazioni particolari...etc..) , ovvero ciò che si è sempre ritenuto appartenere a qualcosa di misterioso, inspiegabile, ermetico.
Naturalmente , chi ha compiuto un certo tipo di percorso di consapevolezza, ha scoperto invece che di paranormale non c'è nulla, che tutto fa parte dell'universo nelle sue molteplici forme ed espressioni.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)