Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Sono tornati...e vogliono mio figlio.
28-04-2018, 12:27 AM
Messaggio: #11
RE: Sono tornati...e vogliono mio figlio.
Lasciate perdere gli operatori, non fatevi aiutare da nessuno.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-04-2018, 03:22 AM
Messaggio: #12
RE: Sono tornati...e vogliono mio figlio.
(28-04-2018 12:27 AM)Special-k Ha scritto:  Lasciate perdere gli operatori, non fatevi aiutare da nessuno.

Mi trovi abbastanza d'accordo con la prima affermazione.
Con la seconda, viceversa, sono totalmente in disaccordo.

Non c'è nulla di male nell' essere aiutati, nessuno nasce imparato.
Siamo qui per questo; imparare.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-04-2018, 08:42 AM
Messaggio: #13
RE: Sono tornati...e vogliono mio figlio.
Io nemmeno con la prima. Se ne sono liberati migliaia con gli operatori, funzionava benissimo, poi hanno iniziato a farli sparire perseguitandoli su basi piu' morali che altro, in barba al fatto che siamo di natura esseri sociali (un uomo lasciato solo non impara nemmeno a parlare per capirsi), che non e' un liberatevi da soli ma con libri scritti da qualcuno che e' comunque un altro con cui confrontarsi e da cui apprendere, boh a me tutta questa storia pare solo un modo di rallentare la gente.

Ciascuno di noi è, in verità, un'immagine del grande gabbiano,
un'infinita idea di libertà, senza limiti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-04-2018, 10:05 AM
Messaggio: #14
RE: Sono tornati...e vogliono mio figlio.
Ma Fianna, come puoi fidarti di qualcuno che dice di aiutarti? Nessuno realmente vuole aiutare l'altro, se lo fá è solo pEr un torna conto (soldi, o poca consapevolezza sua)
Sbalordito di come la gente affida una sua coscienza nelle mani di un'altro..che possa essere un operatore sconosciuto o non.
Io l'ho fatto e me ne pento. .Dopo aver pagato mi sento dire che sono ancora nel problema, di fare altre sedute ecc: Non pago=sparire.
Solo da ciò si può captare l'essere di un fantomatico operatore che vuole aiutarti..ma se non paghi ti ci rimette nel problema facendotelo credere....o semplicemente, chi è nella cacca trascina dentro anche l'altro.. a buon intenditor!
Ma per piacere..
Fianna, significa che se si sente il bisogno di un'altro, non si ha abbastanza coscienza per liberarsene dal resto, sarai succube di un operatore e del resto.
Aiutati da solo!
Ciao!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-04-2018, 10:58 AM
Messaggio: #15
RE: Sono tornati...e vogliono mio figlio.
Ma Fianna, come puoi fidarti di qualcuno che dice di aiutarti? Nessuno realmente vuole aiutare l'altro, se lo fá è solo pEr un torna conto (soldi, o poca consapevolezza sua)
*******************************************
Sociologicamente parlando, gli uomini vivono in gruppi perchè da soli nella foresta avevano meno possibilità di sopravvivenza. Si aiutano l'un l'altro per avere più possibilità di sopravvivere, da sempre. L'intelligenza, il linguaggio, la coscienza potremmo dire, si sono sviluppati nel rapporto con gli altri esseri umani. Tutto questo discorso non tiene conto dei più elementari presupposti della sociologia e della psicologia. E comunque allora varrebbe anche per i libri che la gente legge per liberarsi, perchè anche quelli sono stati scritti col medesimo intento allora, e passano comunque il carattere e molti pensieri dell'autore.
Ad un approfondimento maggiore, sono discorsi che non stanno in piedi.

Sbalordito di come la gente affida una sua coscienza nelle mani di un'altro..che possa essere un operatore sconosciuto o non.
*********************************
Sbalordisciti, ma guardando ai dati reali ripeto: se ne sono liberati migliaia cosi', gente che ora sta benissimo. Stiamo qui da quasi 10 anni come forum, abbiamo visto vari passaggi. Anni fa ti mandavano di filato dall'operatore a fare la dinamica. E la gente qui ripeteva cosi' con la stessa certezza i discorsi di allora che giravano. Diciamo ho una visione un pò più distaccata da vari dogmatismi che cambiano coi tempi. I dati non erano questa tragedia che vogliono far pensare oggi, andava bene. Poi trovarono qualche operatore parassitato e si misero a fare la persecuzione a tutti. Purtroppo il guaio lì fu di chi nello staff non si rese conto per molto tempo che qualcosa non andava in certi soggetti, stesse persone che oggi dettano dogmi che la gente porta in giro, ma non sono tutti non adatti.


Io l'ho fatto e me ne pento. .Dopo aver pagato mi sento dire che sono ancora nel problema, di fare altre sedute ecc: Non pago=sparire.
**************************************
E siccome tu ti sei trovata male con uno devono smettere tutti?!


Solo da ciò si può captare l'essere di un fantomatico operatore che vuole aiutarti..ma se non paghi ti ci rimette nel problema facendotelo credere....o semplicemente, chi è nella cacca trascina dentro anche l'altro.. a buon intenditor!
Ma per piacere..
Fianna, significa che se si sente il bisogno di un'altro, non si ha abbastanza coscienza per liberarsene dal resto, sarai succube di un operatore e del resto.
******************************************
Eh, vedi i discorsi morali? Se non fai solo sei una persona debole, fragile, non vuoi liberarti. Li lascio ai lux questi discorsi. Preferirei che qualcuno mi dicesse come mai se ne sono liberati a migliaia cosi' allora. Io lo so ma contempla motivi personali di qualcuno più che cause reali. Che comunque, ripeto, sarebbero da riferire anche ai libri che la gente legge per liberarsi allora nella stessa identica maniera.

Ciascuno di noi è, in verità, un'immagine del grande gabbiano,
un'infinita idea di libertà, senza limiti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-04-2018, 12:14 PM
Messaggio: #16
RE: Sono tornati...e vogliono mio figlio.
La risposta di Fianna chiarisce ogni punto.
Vorrei solo aggiungere che all'epoca gli operatori venivano scelti un po alla C di cane...
L'ego del soggetto veniva completamente trascurato.
Quindi molti si approcciavano al fenomeno portandosi dietro i loro problemi, che sovente li ritrasmetteva al soggetto.
Quindi ti capisco che tu abbia avuto una brutta esperienza, e da questo punto di vista la vedo come te.
Ma ciò non toglie che determinati soggetti con determinate caratteristiche (non eroi né esseri superiori, intendiamoci) possono svolgere un egregio lavoro di deaduttori (e solo quello!).
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-04-2018, 01:49 PM
Messaggio: #17
RE: Sono tornati...e vogliono mio figlio.
Capisco perfettamente la remora che hai nell'affidare le tue problematiche a terze persone che potrebbero essere a loro volta non esenti da delicate questioni coscienziali non risolte.
E fondamentalmente riconosco che il nocciolo della questione è proprio quello di individuare la persona giusta in grado di mostrare il percorso da fare per una liberazione totale del problema.
Ma ciò non toglie che molte persone hanno bisogno di quel qualcuno che mostri loro la giusta direzione, perché da sole..non ce la faranno mai per una infinità di motivi che non stiamo qui ad elencare.
Secondo me , vanno distinte due fasi di questo percorso ; una nella quale il soggetto ha necessità di essere accompagnato fino ad un punto di consapevolezza tale da renderlo capace di affrontare la seconda fase, quella di un profondo lavoro su se stessi , di acquisizione di conoscenza , direi di allenamento coscienziale a capire se stessi e l'universo che ci circonda.
In realtà queste due fasi apparentemente divise come due eventi temporali consecutivi, sono a livello coscienziale, sovrapposte, in una unica soluzione che vede , l'informazione, ( trasferimento di conoscenza tra soggetti a diversi livelli di entropia) come la chiave fondamentale di tutto.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-04-2018, 05:46 PM
Messaggio: #18
RE: Sono tornati...e vogliono mio figlio.
vorrei ribadire che spesso noi stessi ci creiamo il problema dell'adduzione, come esperienza... e quindi bisogna far capire al ragazzino come funzionano le cose, fargli capire che se lui vuole può far smettere tutto. Credo che la cosa migliore da fare è procedere con il TCTDF con annesse spiegazioni, in modo da affrontare il tutto serenamente... dopotutto siamo noi i creatori dell'universo.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)