Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 1 voti - 5 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
La mia testimonianza
05-05-2020, 06:23 PM
Messaggio: #1
La mia testimonianza
Buongiorno a tutti, cerco di raccontare la mia storia più brevemente possibile.
La mia famiglia, soprattutto da parte di mia madre, ha sempre vissuto strane esperienze. Presenze in casa, oggetti che si muovevano, rumori di passi in zone a cui non si poteva accedere dall'esterno (la scala a chiocciola che porta alla soffitta, in soffitta con porta aperta ritrovata al mattino, in camera la notte, tonfi di oggetti caduti senza trovare nulla fuori posto, la sedia a dondolo che dondolava senza che nessuno l'avesse toccata,ecc..), disturbi continui durante il sonno (per lo più mi sentivo battere a lato del cuscino, sul letto, sentivo camminare in camera avanti e indietro), gocce di sangue comparse dal nulla (alla mia bisnonna), contatti mentali di entità che si definivano benevole e raccontavano i classici scenari da contattismo (a mia madre, anche se non ha attaccato il discorso) e per lei anche aborti sospetti. Mia sorella che da piccola veniva trovata a letto nuda facendo sogni strani e ricordando a stento di aver visto qualcuno nella camera e senza che mia madre si accorgesse di nulla..di cose strane ne sono accadute parecchie, ma per lo più si pensava a qualche entità o si ignorava la cosa. Di avvistamenti di ufo sono capitati un paio a testa, ma poi il discorso è caduto, non c'erano nemmeno molte notizie all'epoca. A mia madre di incontri con 2 sfere che la seguivano hanno fatto forse più effetto.
Per la mia storia personale, intorno ai 20 anni ho guardato il film "Signs" con il mio ragazzo. Guardavamo spesso film horror, ma senza avere particolari paure o "effetti collaterali", ma nella banalità, dopo aver visto questo non ho dormito più di qualche ora di fila per 3-4 mesi. Mi vedevo tra i 3 ed i 5 grigi intorno al letto ogni volta che aprivo gli occhi e non erano quelli del film, ma quelli veri (che poi non c'erano realmente e l'immagine svaniva in pochi secondi, ma ero realmente terrorizzata). Mi sono rivolta ad uno psicologo da cui ero già andata per una depressione qualche anno prima, senza descrivere nei dettagli, ma dicendo che mi capitava di vedere cose strane e di non riuscire a dormire. Mi diede ansiolitici e delle gocce per dormire e pian piano la tensione iniziò ad alleggerirsi e ricominciai a vivere più o meno nella normalità, considerando che ho rischiato di perdere il lavoro, perchè molte volte non riuscivo ad alzarmi dal letto per la stanchezza e mi davo malata o ci andavo che quasi non mi reggevo in piedi.
Ma periodi in cui la notte portava terrore ed il mattino pareva non arrivare mai non mi erano nuovi. Come strane figure che parevano fantasmi o esseri strani che trovavo a parlare anche con mio figlio nel sonno.
Al di là dei condizionamenti per fallire ad ogni iniziativa e nel fare scelte rovinose per la mia vita, per il resto sembrava proseguire nella normalità, almeno per la mia tolleranza. Certo, ogni viaggio che programmavo mi capitava un infortunio. A 12 anni mi ruppi una gamba giocando con il pallone il giorno prima di una vacanza al mare con mia zia, ortopedico ubriaco, piede ingessato storto, prognosi troppo breve, diagnosticato un distaccamento della cartilagine di crescita della tibia con presumibile crescita ridotta, cioè diceva mi sarebbe rimasta una gamba più corta dell'altra. Intorno ai 19 anni mi preparo le cose da mangiare per andare un weekend in Croazia e mi morde il cane di mia nonna prima sul polpaccio (ho ancora l'affossamento) e poi sulla mano. Sono riuscita a staccarlo solo tirandogli delle padellate per la testa, come se non bastasse in ambulanza mi hanno pure fregato i soldi dal portafogli. Poi per un'aderenza alla mano non potevo piegare un dito per un paio di mesi ed ho rischiato di nuovo di perdere il lavoro. Poi l'anno dopo finalmente riusciamo ad andare in montagna, nella seconda casa di mio padre. Arriviamo, cucina nuova, preparo la cena e mi si spacca in mano un pomello di ceramica, aperta a metà un dito. E via di nuovo in pronto soccorso. Poi le altre cose hanno avuto un'influenza più emotiva, un compagno che aggredisce mio figlio, scoperte di tradimenti, sempre quando mi trovavo a distanza da casa. Un anno mi sono trasferita in un'altra regione dove viveva il mio compagno e mi sono rotta entrambe le ginocchia ed ho dovuto continuare a camminare per portare a scuola mio figlio, fare la spesa, ecc..perchè ero sola tutto il giorno e non avevo alternative. Poi sono iniziate immagini e sogni di una bambina con la testa un po'strana e occhi grandi che sarebbe stata mia figlia. L'idea di avere una figlia mi ha tormentato per anni, l'ultima volta che l'ho sognata pareva avere intorno ai 14 anni. E di sogni e sensazioni di essere incinta ne ho avuto diverse, ma poi il ciclo veniva e pensavo fossero solo fissazioni mie. Anche se poi in realtà ho scoperto che nessun tipo di contraccettivo ormonale facesse effetto, visto che continuava sempre l'ovulazione.
Dai 30 anni circa ho iniziato con meditazioni in cui vedevo cose che non mi spiegavo. Un amico mi ha avvicinato al tema dei rapimenti alieni consigliandomi una persona, ex (o forse no) addotto che faceva dei percorsi per uscire dal problema. Devo dire di non aver mai trovato una persona tanto contraddittoria. Invece di uscirne non capivo mai che avrei dovuto fare, mi sono trovata nelle meditazioni che consigliava, che per comprendere che mi accadeva li andavo a cercare. Talvolta mi risvegliavo confusa, stanca e con un senso che sia accaduto qualcosa che mi sfuggiva. Mi sono iniziati ad emergere parecchi ricordi in quel contesto, come in sogno o con dei flash. In alcuni sogni mi sono trovata con un'entità che mi faceva fare delle specie di riti e creazioni di eggregore. Uno di questi lo ricordo bene e mi ha sconvolto profondamente per la paura di aver fatto del male a qualcuno.
Nonostante tutto almeno ho capito che il problema era reale. Mi ha fatto pure riflettere sui continui traslochi (circa una quindicina). Da cosa stavo scappando?
Ho iniziato a seguire Corrado Malanga, all'epoca sembrava che fosse l'unico in Italia a far ricerca sul fenomeno ed a liberare gli addotti. Ma in realtà aveva già lasciato le sedute di ipnosi indicando un metodo che diceva liberare tutti, la TCTDF. Credo di aver letto ogni pdf gratuito (la condizione economica non mi permetteva di comprare i libri) e visto ogni video e conferenza pubblicate, ma alcune spiegazioni mi parevano un po' stiracchiate per farle combaciare con le sue teorie, gli argomenti che trattava avevano preso una piega che mi pareva un po' diversa.
Ma le sfere che vedevo erano piuttosto ambigue all'inizio. Anima bianca era new-age e quindi non capivo una mazza..ok. Se non ci riuscivo ero io che non volevo (ma se mi stavo dannando per venirne a capo!) una ciano, una magenta creatore 2?mancanza del senso di spazio e tempo o che cavolo? Non ho trovato una descrizione ben chiara che mi desse una spiegazione. Sarò io schizzata? Ma insomma, lo psicologo di test me ne ha fatti e dice di no.
Ma le sfere dovevano essere di quei determinati colori ed alla fine a forza di insistere comparivano così. Anche se ho notato che la chiarezza con cui "vedevo" in quello stato diminuiva di volta in volta, facevo sempre più fatica a farla. E non notavo alcuna differenza nella mia vita. Cercavo di parlare con le sfere di anima e spirito e le risposte erano sempre ambigue e poco chiare. Non mi pareva di aver risolto nulla, ero solo più confusa.
Alla fine ringrazio che in un gruppo facebook qualcuno ha parlato dell'Associazione Laris. Ho cercato il sito, informazioni, letto il libro di percorsi di liberazione 1 e sembrava tutto più semplice, ma facevo fatica a farla da sola. Faccio anche i loro test. Avevo già fatto quello di Bellini e poi quello di Malanga, anche se non lo avevo inviato, non avevo molti dubbi. Risposta: sei addotta. Li contatto, la tecnica vorrei farla, ma sono in una situazione economica disastrosa, come ho l'intenzione di fare questo percorso il Lux comincia a parlarmi in testa, iniziano a chiamarmi voci di notte. Non ringrazierò mai abbastanza la persona che ha fatto una donazione ed in pochi giorni dalla decisione ho incontrato Serena e Luciano su Skype che mi hanno aiutata a liberarmi da questa situazione. Il piano psicologico non è stato così massacrante per me, a parte un lavoro che ho trovato poco prima ed è iniziato poco dopo la liberazione, in cui dalle 4 ore giornaliere sono diventate 8-10, con un'artralgia da stress al ginocchio, edema da aspirare, ricaduta nella fibromialgia, reazioni ai farmaci, da cui ho deciso che la mia salute valeva di più ed ho lasciato il lavoro. Ma una volta recuperato sono state solo un po' di tensioni con mio figlio che poi pian piano sono scese. Ora sono libera da parecchi mesi, mio figlio si sta liberando, mia madre ne è quasi fuori. Che dire..a me la vita è cambiata. Ho deciso di impegnarmi ad aiutare altre persone che erano nella mia situazione iniziando i corsi con la Laris.
Scrivo questo perchè secondo me le persone devono sapere. Devono sapere che il problema è reale, che non c'è nulla di cui vergognarsi, che non è colpa loro, e soprattutto che con la Laris se ne esce definitivamente! E senza rivivere traumi e senza sentirsi dire che se non ti liberi è colpa tua! Per intenderci: la TCTDF a me ha creato una sfera trasparente con dentro muco e serpentelli, che voleva inglobare la vera coscienza per prenderne il controllo. Ed ho scoperto che non sono l'unica. Inoltre mi ha cambiato canali, ero visiva, sono passata ad auditivo-cinestetica e non è stato così semplice l'adattamento. Appena negli ultimi tempi ho recuperato e vedo di nuovo chiaramente, pur richiedendo maggior concentrazione. Io posso solo testimoniare che le tecniche Laris funzionano, ci stanno studiando sopra continuamente per migliorarle sempre, per rendere i tempi sempre inferiori, per ripristinare un equilibrio emotivo scardinato dall'intervento alieno, dal piano psicologico. Non ho trovato in altri sedicenti operatori per addotti l'interesse e la cura che loro ci mettono per restituire alle persone la loro vita, oltre a tecniche che liberano davvero, nè persone così preparate sugli studi di chi ci ha dedicato la vita prima di loro.
Spero che questo possa essere utile per valutare nelle mani di chi intendiamo metterci.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)