Scrivi una discussione  Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
trama e ordito ovvero spirito e anima
13-10-2011, 12:12 AM
Messaggio: #1
trama e ordito ovvero spirito e anima
A me pare che il motivo per cui ci troviamo in questa illusione chiamata ologramma dipenda dalla capacità che abbiamo di usare la mente. La mente è la nostra unica finestra dalla quale ci affacciamo per osservare la realtà, ma il suo potere su di noi ha valenze positive o negative, essa ci informa, ma allo stesso tempo riesce a fuorviarci quando apprendiamo concetti nuovi che sono in contrasto con quelli già consolidati. Spesso basiamo tutta una serie di deduzioni partendo da una base concettuale che reputiamo valida per vari motivi, ma siamo sicuri che quella base non ci impedisca di arrivare alla meta? Secondo me più siamo legati a concetti cristallizati o a convinzioni che riteniamo inconfutabili, più siamo lontani dalla realtà. Ma allora come facciamo a capire dove stiamo sbagliando?
Lo capiamo a livello emozionale. Le sensazioni che proviamo di volta in volta sono l'ago della bilancia che ci dice se stiamo procedendo nella direzione giusta.
Nel mio caso ho sperimentato cosa sono me Anima e Spirito (su mente ho già espresso sopra il mio modo di concepirla), sono chiaramente delle semplici esperienze, quindi prendetele per quello che sono, cioè soluzioni abbastanza semplicistiche con cui sono riuscita a concepire concetti altrimenti troppo difficili per le mie scarse attitudini.
Nel tct quando tocco Anima sento gioia, quando tocco Spirito sento amore, queste due sensazioni mi aiutano a capire la natura delle due componenti perchè posso risalire alla loro fonte e comprenderne, con l'aiuto di mente, il senso e la forma. Spirito è puro atto che innesca la creazione (il primo mobile dantesco) intelligenza eterna che permea tutto e che coincide con il concetto stesso di vita, esso è dentro e fuori ogni singolo essere che esiste. Anima è come una fiammella danzante, una costante vibratoria che si intreccia nella trama di Spirito come se fosse il suo ordito. Essa riesce a concepire il tempo (ordito) dove Spirito concepisce lo spazio (trama). Ma qual è la struttura portante dei due? Naturalmente la trama (Spirito), la trama costituisce lo scheletro su cui Anima si poggia per abbellirlo. Anima costituisce la gioia, là dove Spirito costituisce l'amore, insieme sono la realtà e mente deve riuscire a metterli costantemente insieme. Se mente fallisce in questo compito, trama e ordito, gioia e amore, si sgretolano lasciando che le interferenze arrivino, se invece la "tessitura" è forte e fatta bene, diventa il capolavoro indistruttibile.
Anima è la parte giocosa e libera che si intreccia per abbellire e ornare la trama, quindi è anche la parte creativa tra i due, ma la bellezza non può stare in piedi senza una struttura che la regga (per la pittura il quadro, per l'architettura la struttura portante, per la poesia, la struttura grammaticale etc), ogni atto creativo è intrinsecamente supportato da una struttura che la sorregge altrimenti la bellezza andrebbe sgretolandosi. La triade è l'essenza stessa di tutto questo e per concludere aggiungo un'ultima cosa e cioè che un'opera d'arte esiste e viene concepita come bella, se c'è una mente che la osserva e la comprende. Wink
Cita questo messaggio nella tua risposta
13-10-2011, 10:32 AM
Messaggio: #2
RE: trama e ordito ovvero spirito e anima
Mi piace molto questo post perché leggendolo avverto l' impegno di Alroc nel viaggiare con umiltà (passo dopo passo) in un universo che con la sola componente razionale sarebbe impossibile da comprendere.La descrizione di anima come gioia e spirito come amore (e passione) la sento molto vicina a me, la condivido appieno.Vale anche per il discorso di mente come strumento necessario (ma che non deve predominare sulle altre due) per rimanere nei binari in questa esperienza personale che ognuno di noi sta facendo.

(13-10-2011 12:12 AM)Alroc Ha scritto:  Lo capiamo a livello emozionale. Le sensazioni che proviamo di volta in volta sono l'ago della bilancia che ci dice se stiamo procedendo nella direzione giusta.



Questa frase è quella che mi ha colpito maggiormente perché è alle sensazioni (mia unica bussola)che mi sto affidando anche io per comprendere al meglio me stesso (Simbad).
Però sottolineo anche che con sensazione voglio intendere la risposta che tutte e tre le mie componenti danno ad una mia richiesta.E' come se l 'opinione su un qualcosa data singolarmente dalle parti si fondesse infine in un risultato concreto.

La disposizione di mezzo è lodevole in tutti i casi, ma che talora si deve propendere per l'eccesso, talora per il difetto: così infatti raggiungeremo facilmente il giusto mezzo e la perfezione. Aristotele
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)